“L’angelo di S. Vittore”, musical su suor Enrichetta

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato  12 settembre, nella “Multisala 900” di Cavriago alle ore 16.30 il Gruppo Teatrale In Cammino di Milano metterà in scena il musical “L’angelo di San Vittore”, incentrato sulla figura di suor Enrichetta Alfieri. La religiosa, appartenente alla congregazione delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret, svolse per quasi ventotto anni, dal 1923, il suo ministero di carità nel Carcere di San Vittore in Milano. Morì il 23 novembre 1951.

Cavriago_recital_locandina

La locandina

Affermava la stessa suor Enrichetta: «La carità è un fuoco che bruciando ama espandersi; soffrirò, lavorerò e pregherò per attirare anime a Gesù». La religiosa fu pienamente fedele a questo suo proposito e diffuse tra i detenuti e le detenute di San Vittore il suo sorriso. Era convinta, infatti, che chi l’accostava doveva percepire la mitezza, il sorriso, il profumo di Dio. Lo diffuse anche nei tragici momenti della seconda guerra mondiale, quando ella stessa fu arrestata a causa dell’aiuto che dava ai prigionieri, vittime delle violenze nazifasciste. Dopo la Liberazione, furono gli stessi carcerati a chiedere il suo ritorno, poiché la consideravano il loro “angelo”. “Angelo di San Vittore”, “Mamma di San Vittore”.

E’ stata beatificata da papa Benedetto XVI; la cerimonia è avvenuta in Piazza del Duomo a Milano il 26 giugno 2011; quel giorno era presente anche una delegazione dell’Istituto San Vincenzo di Reggio Emilia.

Preziose per la sua beatificazione sono state anche le testimonianze di Mike Bongiorno e Indro Montanelli, incarcerati durante la guerra a San Vittore dai nazifascisti e per i quali la suora “eroe e santa” si prodigò a rischio della propria vita.

 

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,