Turismo: in crescita le presenze in agriturismo

Stampa articolo Stampa articolo

Non solo mare, a confermare il buon andamento della stagione turistica ci sono anche i risultati degli agriturismo con oltre 6 milioni presenze a livello nazionale stimate durante l’estate 2015 e in deciso aumento rispetto allo scorso anno. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati di Terranostra.

Sono aumentati gli italiani e gli stranieri che quest’anno hanno fatto vacanze in Italia e a beneficiarne – sottolinea la Coldiretti – sono state le diversificate destinazioni che caratterizzano l’offerta turistica italiana, dal mare ai monti fino alla campagna.

agr-S-Giuseppe1

«Negli anni, spiega Roberto Punghellini, presidente di Terranostra Reggio Emilia, si è sviluppato un nuovo modo di intendere il turismo che coniuga l’attenzione per l’ambiente ed l’interesse per le tipicità enogastronomiche. Le aziende agricole agrituristiche ne rappresentano la massima espressione. Negli anni sono state in grado di ridurre al minimo l’impatto ambientale e valorizzare la cultura, le tradizioni e le bellezze naturali del territorio, disegnare il paesaggio e al contempo conservare la biodiversità».

«Anche nella nostra provincia, rileva Punghellini, la domanda di turismo ambientale ed enogastronomico è in crescita registrando indicativamente il 15% in più di presenze nelle strutture durante la stagione estiva, con il mese di settembre già segnato dalle prenotazioni di turisti stranieri».

La capacita di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è – spiega Coldiretti – la qualità più apprezzata dagli ospiti dei nostri agriturismo che però hanno qualificato notevolmente la propria tradizionale offerta di alloggio e ristorazione con servizi innovativi per sportivi e ambientalisti, come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking o attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, ma anche corsi di cucina e wellness.

L’Italia – conclude la Coldiretti – può contare su una offerta capillare diffusa lungo tutta la penisola con 20897, aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo delle quali 7628 aziende svolgono contemporaneamente alloggio e ristorazione, mentre 10184 aziende uniscono all’alloggio le altre attività agrituristiche.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , ,