Coldiretti: Anticipi Pac per crisi aziende agricole

Stampa articolo Stampa articolo

«Accogliamo con piacere la notizia che l’assessore regionale Simona Caselli ha scritto al ministro delle Politiche agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina per chiedere che venga autorizzato l’anticipo dei pagamenti Pac 2015 aderendo alla richiesta che Coldiretti Emilia Romagna aveva già avanzato – commenta il direttore della Coldiretti reggiana Assuero Zampini».

Le tensioni sui prezzi agricoli, soprattutto per quanto riguarda l’ortofrutta ed i prodotti lattiero caseari, unitamente al gran caldo che ha colpito le nostre campagne generando maggiori costi e al proseguimento dell’embargo verso e dalla Russia, hanno creato non pochi problemi alle imprese agricole.

«Avere quanto prima i fondi stanziati dall’Ue per il settore agricolo diventa indispensabile per dare continuità alle attività  e garantire l’alta qualità e la sicurezza alimentare ai consumatori – continua Zampini. È per questo che ribadiamo la massima urgenza per attivare le procedure necessarie all’autorizzazione per versare gli anticipi per le aziende agricole».

Agricoltura

«Le impresa agricole potrebbero attende anche sino a giugno 2016, quindi quasi un anno – commenta Angelo Cabassi, responsabile Centro Assistenza Agricola di Coldiretti Reggio Emilia – prima di ricevere il pagamento dei premi previsti dalla nuova politica agricola europea».

«Il comparto agricolo – conclude Zampini – ha un valore sociale, economico e anche ambientale per il ruolo che svolge nella tenuta dei territori anche nelle zone più svantaggiate e l’anticipo dei fondi Pac rappresenta un’importante boccata d’ossigeno che metterebbe a disposizione velocemente risorse finanziarie alle imprese agricole».

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , ,