In ricordo di suor Marta Rivi, zia del Beato martire Rolando

Stampa articolo Stampa articolo

Si è spenta il 25 luglio nell’Istituto delle Dorotee di Montecchio

La telefonata arriva, il nome è in memoria, suor Marta; intuisco subito, non stava bene e lei, di persona, non chiamava più. Suor Margherita mi dà la notizia con molta semplicità: “La Madonna ha chiamato suor Marta, lei l’ha presa: oggi è sabato e le campane suonavano l’Angelus”.
Sento le lacrime pungermi gli occhi ovviamente, ma rispondo: “Ora è insieme a Rolando”.
E il pensiero della zia che incontra il nipotino mi fa sorridere, così come credo abbia sorriso Gesù.
Chi era suor Marta? Una suora, sorella per tanti, educatrice per una vita intera, ma, per me, era la zia di Rolando. Così l’ho conosciuta e incontrata.
Aveva letto della vittoria del Concorso scolastico nazionale bandito dalla Cei in occasione del Congresso Eucaristico Nazionale “Ancona 2011” con i nostri ragazzini delle 4 classi quinte della Primaria di Cadelbosco Sopra, vittoria ottenuta proprio presentando come testimone della fede Rolando, frutto della nostra terra e della nostra Chiesa reggiano-guastallese, visto da bambini come lui, raccogliendo il materiale prodotto (disegni, testi, intervista…) in un dvd che è poi diventato un sussidio per parrocchie e scuole.

Leggi l’articolo integrale di Fabiana Guerra su La Libertà del 1°agosto

suor-Marta-Rivi

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , ,