Calendario Liturgico

Stampa articolo Stampa articolo

Celebrazioni, feste e memorie di santi da sabato 1 a giovedì 6 agosto

Sabato 1 agosto:
MEMORIA DI SANT’ALFONSO
MARIA DE’ LIGUORI
La memoria di sant’Alfonso Maria de’ Liguori (Napoli, 1696 – Nocera de’ Pagani, Salerno, 1 agosto 1787), vescovo e dottore della Chiesa, patrono di Napoli, dei Teologi, dei Moralisti e dei Confessori, è obbligatoria; si può, tuttavia, celebrare solo nella Liturgia delle Ore e nelle Messe della mattina del sabato.
Nell’Anno della vita consacrata, sant’Alfonso (sotto, un dipinto che lo ritrae) va ricordato anche come fondatore del Congregazione del SS. Salvatore (i religiosi detti Redentoristi), per l’evangelizzazione dei semplici.
Le comunità di San Pellegrino e di Ceredolo de’ Coppi, che festeggiano in questo giorno il proprio titolare, san Pellegrino, l’uomo di Dio molto venerato insieme a san Bianco nell’Appennino tosco-emiliano, possono trasferire la solennità al giorno dopo, di domenica.

* Per prepararsi a ricevere il “Perdono di Assisi”, nella mattinata (dalle 10 alle 12) in Cattedrale a Reggio Emilia sarà disponibile un sacerdote per le Confessioni.
Domenica 2 agosto:
XVIII DEL TEMPO ORDINARIO GIORNO DEL PERDONO DI ASSISI
Secondo una pratica diffusa in tutta la cristianità dai seguaci di san Francesco, si può ricevere a partire dal mezzogiorno del 1° agosto e in questo giorno l’indulgenza della «Porziuncola» (il cosiddetto Perdono di Assisi).

La riforma del beato Paolo VI ha confermato che il 2 agosto è l’unico giorno (insieme alla festa del patrono parrocchiale) in cui si può ricevere l’indulgenza plenaria, semplicemente visitando la propria chiesa parrocchiale, osservando le solite condizioni (pentimento per i propri peccati e sacramento della Confessione, partecipazione piena all’Eucaristia con la Comunione, Credo, Padre nostro, preghiera secondo le intenzioni del Papa).

Quest’anno è una bella coincidenza quella del 2 agosto di domenica, quando la comunità si riunisce per l’Eucaristia, poiché si apre l’ottavo centenario dall’istituzione dell’Indulgenza per la Porziuncola (1216-2016), richiesta da san Francesco a papa Onorio III, centenario che cadrà dunque nell’Anno Santo speciale della Misericordia, che papa Francesco aprirà l’8 dicembre prossimo.

In quanto domenica, si omettono le memorie di sant’Eusebio di Vercelli, primo vescovo del Piemonte, insigne padre della Chiesa nel IV secolo; di san Pier Giuliano Eymard (Francia, 1811-1868), apostolo dell’Eucaristia, e del beato Zeffirino (Ceferino), martirizzato col Rosario in mano durante la guerra civile in Spagna, il 2 agosto 1936, il primo “zingaro” beato nella storia della Chiesa, proclamato il 4 maggio 1997 da san Giovanni Paolo II a Roma (il nostro Servo di Dio don Dino Torreggiani e i Servi della Chiesa seguirono con particolare attenzione la causa di beatificazione).

Guarda tutto il Calendario Liturgico su La Libertà del 1°agosto

cal-lit

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana Taggato con: ,