Imprese e tradizione protagoniste a livello internazionale

Stampa articolo Stampa articolo

Iniziativa delle Confindustrie di Reggio Emilia e Parma che ha portato in città operatori stranieri per far conoscere la tradizione e l’innovazione del settore agroalimentare.

Una corposa delegazione di operatori stranieri, provenienti da diverse parti del mondo, ha partecipato allo show cooking dello chef reggiano Gianni D’Amato nel contesto della Mostra NOI– Storie di comunità, idee, prodotti e terre reggiane allestita presso i Musei Civici.

L’evento è stato organizzato da Unindustria Reggio Emilia e Unione Parmense degli Industriali, che hanno voluto creare per le aziende associate un’occasione nuova per attrarre delegazioni selezionate di operatori esteri sul proprio territorio, mostrando e facendo assaporare le eccellenze del contesto produttivo in cui si inseriscono.

_DSC0553

Si tratta di un’iniziativa che rientra nel più ampio progetto From Farm To Fork, che le due associazioni hanno concepito insieme – grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna e di Credem – per valorizzare i sistemi produttivi locali nei settori della meccanica agricola, dell’impiantistica alimentare e dell’agroalimentare in occasione di Expo 2015.

Nel corso della serata i rappresentanti delle aziende Salvarani (sponsor dell’evento), Impresa Molitoria Denti, Industrie Montali, Walvoil di Reggio Emilia e Sassi, Nilma, Fipal di Parma, insieme ai loro ospiti stranieri, hanno potuto così conoscere le peculiarità del territorio reggiano attraverso un percorso che ha unito la storia e i prodotti locali, rivisti ed interpretati dallo chef stellato.

Hanno preso parte all’evento anche Annalisa Sassi, delegata di Confindustria Emilia Romagna per Expo 2015 e Matteo Setti della Regione Emilia Romagna, oltre ai rappresentanti delle due associazioni, per testimoniare la capacità di fare sistema e creare sinergie in un contesto di area vasta.

_DSC0847

E’ stata una bella occasione per illustrare agli operatori stranieri la tradizione e l’innovazione che contraddistingue il percorso dalla terra alla tavola caratteristico delle produzioni tra Parma e Reggio Emilia – ha affermato Paolo Bucchi, Vicepresidente Unindustria Reggio Emilia con delega all’Internazionalizzazionema anche per dimostrare che grazie allo straordinario ‘gioco di squadra’ di imprese, enti, istituzioni, associazioni, è possibile essere protagonisti in un contesto globale”.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , , ,