Farmacia aperta 24 ore su 24 in zona Arcisepdale Santa Maria

Stampa articolo Stampa articolo

Il Bilancio preventivo 2015 di Farmacie comunali riunite (Fcr) prevede due nuovi importanti servizi di vendita: l’apertura, avvenuta, di una nuova sede farmaceutica di vendita (la 25^ farmacia) in via Gorizia a Roncina e il trasferimento previsto entro l’anno della attuale farmacia Giardino di viale Umberto primo in altri locali, in zona Arcispedale Santa Maria Nuova. Quest’ultima farmacia avrà orario di apertura 24 ore su 24 (come la farmacia del Parco).

Il Preventivo 2015 di Fcr è stato approvato dal Consiglio di amministrazione di Farmacie comunali riunite (Fcr) lo scorso 16 luglio; il documento viene illustrato a sua volta stasera in Commissione Bilancio, in vista del voto di lunedì prossimo da parte del Consiglio comunale.
Il budget 2015 di Fcr è costruito in un momento delicato del settore farmaceutico, che è comunque un fattore di opportunità di miglioramento e prevenzione della salute dei cittadini. Nel contempo Fcr contribuisce al sostegno del Welfare comunale, penalizzato da minori risorse pubbliche e da aumenti delle richieste di prestazioni.
Nonostante ciò il Bilancio preventivo dell’azienda speciale risulta in pareggio, grazie alle previsioni di un buon andamento delle attività commerciali ed a un contenimento dei costi di gestione ad esse correlati.
In particolare è stato possibile prevedere un risparmio grazie al completamento dell’importante intervento di ristrutturazione e accorpamento del nuovo magazzino centralizzato, che permetterà di contenere i costi di gestione e di migliorare l’efficienza dei servizi alla clientela, con conseguenti ricadute positive anche sul conto economico.

Il Bilancio preventivo mostra ricavi delle vendite e prestazioni per circa 160 milioni di euro, in aumento rispetto al dato registrato per l’anno 2014, spese per personale di 12,75 milioni, spese per l’acquisto di merci in leggero calo rispetto al 2014 e spese per servizi assistenziali che superano i 10,5 milioni, in sensibile incremento rispetto al 2014 (+830 mila euro) per la gestione socio assistenziale del Comune: l’aumento è dovuto ai servizi di aiuto a minori e anziani in particolare, ma l’attività di welfare di Fcr riguarda anche disabili e i servizi educativi.

La composizione del nuovo Cda permette di evidenziare al meglio ed in modo positivo la doppia anima dell’azienda che, come noto, oltre a rappresentare uno dei principali operatori in regione nella fornitura di farmaci e gestore diretto e “per conto” di Farmacie, gestisce buona parte del Welfare del Comune di Reggio Emilia.
La sfida di questo mandato del Consiglio di amministrazione sarà proprio quella di contemperare la crescente richiesta di welfare da parte della cittadinanza e nel solco delle politiche stabilite dal Comune con la concorrenza commerciale nel mercato del farmaco.

farmacia

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: