Gli Avion Travel al Festival Mundus

Stampa articolo Stampa articolo

“Un piccolo ritorno condotto senza enfasi e celebrazioni, la verifica di un’idea di canzoni che ambiscono a durare, non perché hanno scalato le classifiche, ma perché serbano in sé il desiderio e la presunzione di essere sempre attuali, smuovere il cuore e il pensiero, provocare un’assemblea di sensazioni e senso che si ritrovano dopo dieci anni a cominciare da noi Sei!”: raccontano così, gli Avion Travel, l’idea di ReTour, il concerto ad ingresso gratuito che, per Restate (www.comune.re.it/manifestazioni), mercoledì 22 luglio, a partire dalle ore 21.30, li porterà ad esibirsi, di nuovo insieme, in piazza Prampolini a Reggio Emilia, nell’ambito del programma di Festival Mundus.

A circa 10 anni dall’ultimo tour insieme, si riunirà dunque la formazione storica che, composta da Peppe Servillo, Fausto Mesolella, Mario Tronco, Mimì Ciaramella, Ferruccio Spinetti e Peppe D’Argenzio, li ha fatti conoscere ed amare dal grande pubblico. Un concerto che includerà i brani più celebri, con i quali hanno saputo incantare le platee di tutta Italia, senza tuttavia far mancare alcune sorprese davvero gustose.

R_Avion-Travel-foto-di-Fabio-Lovino

Avion Travel (foto di Fabio Lovino)

E di materiale ce n’è tanto: dalla prima formazione del gruppo, risalente al 1980, la Piccola Orchestra ne ha fatta eccome, di strada. Da Bellosguardo, album che, per specificità e concentrata bellezza, rappresenta un vero e proprio manifesto musicale a Dormi e sogna, il brano che è valso il  Premio della Critica e della Giuria di Qualità al Festival di Sanremo del 1998, dalle collaborazioni con David Byrne, Ryuichi Sakamoto, Caetano Veloso e Marisa Monte per il disco Cirano alla vittoria a Sanremo con Sentimento, seguita da un trionfare tour italiano ed europeo. In anni di grande successo non è tuttavia mai venuta meno quella che rappresenta una delle cifre principali degli Avion Travel, ovvero la volontà di sperimentare, sia musicalmente che nelle forme di spettacolo, attraverso collaborazioni con artisti del calibro di Paolo Conte e Caterina Caselli, la rielaborazione dei brani di Nino Rota, l’omaggio alla canzone d’amore italiana, sino all’operina musicale La guerra vista dalla luna, che ha visto il coinvolgimento di Fabrizio Bentivoglio.

La carovana di Festival Mundus a Reggio Emilia tornerà lunedì 3 agosto con O bella ciao’, il grande omaggio ai canti italiani dal Risorgimento alla Resistenza proposto da Ambrogio Sparagna insieme all’Orchestra Popolare Italiana.

Festival Mundus è promosso da Ater (Associazione Teatrale dell’Emilia-Romagna) e Regione Emilia Romagna e dal Comune di Reggio Emilia, insieme ai Comuni di  Carpi, Correggio, Casalecchio di Reno, Casalgrande, Cento, Pavullo nel Frignano e Scandiano.

Per informazioni www.festivalmundus.it e la pagina Facebook ‘Festival Mundus’, o mundus@ater.emr.it

 

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,