Una settimana con sant’Ignazio

Stampa articolo Stampa articolo

Martedì 30 giugno, seduto al fresco davanti alla facciata della badia romanica di Marola, attendo l’inizio della Messa che i vescovi dell’Emilia Romagna, riuniti per gli esercizi spirituali dal 29 giugno al 3 luglio, concelebrano tutte le mattine alle 11.15. La liturgia è solenne, preparata con cura da don Nildo Rossi e guidata nei canti dall’accolito Marcello Mantellini e dal maestro organista Letizia Butterin. Il predicatore è padre Vittorio Liberti, già provinciale d’Italia dei Gesuiti e già parroco della Chiesa del Gesù Nuovo a Napoli: lo incontro, al termine della Messa, in una sala che non ha più niente del vecchio seminario a cominciare dal silenzio, cornice ideale per una settimana di meditazione.
Nel 1548 sant’Ignazio di Loyola dà alle stampe la traduzione latina degli Exercitia Spiritualia, fondamento di tutta la spiritualità della Compagnia da lui istituita.

Leggi tutto l’articolo di Giuseppe Maria Codazzi su La Libertà del 28 luglio

LibertiVittorio62

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , ,