La Bertazzoni Spa tra le vincitrici del premio “Le Tigri”

Stampa articolo Stampa articolo

A Bertazzoni SpA – azienda emiliana produttrice di elettrodomestici per la cottura, con una tradizione di oltre 130 anni – è stata assegnata la menzione alla “internazionalizzazione” del premio “Le Tigri”, il riconoscimento giunto alla sua sesta edizione rivolto a tutte le PMI italiane con un fatturato superiore ai 10 milioni di euro, che hanno saputo rispondere alla perdurante crisi economica con soluzioni strategiche in grado di sostenere la crescita e il mantenimento di positivi indicatori economici e finanziari.

Il Premio “Le Tigri” è stato promosso da Grant Thornton – sesto network di consulenza mondiale con sedi in circa 140 Paesi e oltre 40 mila professionisti, presente in Italia con tre member firms nei servizi di Audit&Assurance (Ria Grant Thornton), Tax (Bernoni Grant Thornton) e Advisory (con la JV Grant Thornton Advisory) e realizzato con il contributo di Banco Popolare, First Capital e Quaeryon, in collaborazione con Borsa Italiana, e con il supporto scientifico di ANDAF, di Cerif – Centro di Ricerca sulle Imprese di Famiglia dell’Università Cattolica, Fondazione CUOA e GDIP.

Bertazzoni

Paolo Bertazzoni ritira il premio

 

Il Premio che abbiamo ricevuto rappresenta un grande riconoscimento per tutta l’azienda – commenta Paolo Bertazzoni, CEO di Bertazzoni SpA – che ha saputo portare all’estero l’ingegneristica all’avanguardia, il design curato e la passione per la cucina. Essere riconosciuti come simbolo del Made in Italy nel nostro settore ci riempie di orgoglio e dimostra quanto il nostro paese possa ancora competere sui mercati internazionali con prodotti di alto livello e curati nei dettagli”.

 

La Giuria del premio – presieduta dal Prof. Andrea Amaduzzi, ordinario di Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca – ha selezionato CAME SpA – Gruppo che opera nel settore della home & building automation, nato all’inizio degli anni ‘70 da un’idea imprenditoriale dell’attuale Presidente, Paolo Menuzzo, che ha fondato una delle prime aziende produttrici di automazioni per porte e cancelli in Italia – quale vincitrice assoluta e ha identificato tra le tante candidature qualificate, con un fatturato medio di oltre 55 milioni di euro, altre Aziende eccellenti, che si sono distinte in ambiti particolari, meritevoli di una menzione speciale: oltre a Bertazzoni SpA (Internazionalizzazione), Copan Italia SpA (Innovazione di prodotto), Guna SpA (Humanistic innovation), Metlac SpA (Indice di quotabilità), Monge & Co SpA (Innovazione di processo) e Valagro (Politiche di marketing).

Importante novità dell’edizione 2015 è la creazione dell’Osservatorio Permanente Università di Milano-Bicocca- Grant Thornton grazie alla speciale collaborazione scientifica con il Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali dell’Università Milano-Bicocca, ed il coinvolgimento di tutte le Aziende finaliste delle precedenti edizioni della manifestazione. Tra gli obiettivi dell’Osservatorio quelli di analizzare ed interpretare i trend quantitativi e qualitative, i fattori di svolta e successo delle PMI migliorie finaliste nelle varie edizioni del premio in questi ultimo 5 anni. . Altresì di creare strumenti di interscamio di know-how e network nella “Business Community”, per confrontare le esperienze imprenditoriali sui temi di sviluppo dimensionale e tecnologico, sfide future e mercati esteri.

Le prime elaborazioni della ricerca, una cui sintesi è stata presentata in anteprima durante la serata della premiazione svoltasi il 30 giugno 2015 a Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana, ricavate da un questionario su investimenti, internazionalizzazione, scenari futuri, cultura aziendale, evidenziano che il 44% delle Aziende ha registrato una crescita dei ricavi di oltre il 10% medio-annuo nel quinquennio 2011-2015 con una corrispondente crescita dell’occupazione di oltre il 7% per il 38% delle imprese esaminate. Anche Ottimi riscontri e importanti indicazioni sono emersi anche sul tasso medio di crescita dell’export che ha superato il 15% per il 25% delle aziende del campione. La crescita dell’export è stata guidata per il 32% delle imprese dal mercato asiatico, per il 30% da quello europeo e per il 19% da quello americano. Infine l’outlook degli imprenditori è particolarmente positivo se si pensa che l’82% vede la propria impresa in crescita nel medio periodo ed il 38% considera questa crescita come trasferibile anche sulla marginalità dell’azienda. Le sfide da vincere sono la competizione (38%), la crescita organica (25%) e il passaggio generazionale (16%).

 Premio-Le-Tigri-di-Grant-Thornton


Le Aziende vincitrici

CAME – vincitore assoluto Premio “Le Tigri” 2014

CAME tra i leader riconosciuti in Italia e nel mondo nel settore della home & building automation, è un interlocutore globale nel controllo della casa e nel mondo dell’urbanistica e dell’alta sicurezza al quale offre soluzioni integrate per la regolamentazione e il monitoraggio dei flussi e degli accessi. L’azienda nasce all’inizio degli anni ‘70 da un’idea imprenditoriale dell’attuale Presidente, Paolo Menuzzo, che fonda una delle prime aziende produttrici di automazioni per porte e cancelli in Italia. Negli anni ‘90 l’azienda affianca alla produzione di automazioni per porte e cancelli a uso residenziale e industriale le prime linee di prodotto dedicate al controllo accessi degli spazi collettivi, un business che si svilupperà negli anni successivi. Forte è la presenza del Gruppo a livello internazionale, con 480 tra filiali e distributori in 118 paesi del mondo (l’export rappresenta il 70% del fatturato del Gruppo). L’Azienda – in cui operano i figli del fondatore, Andrea ed Elisa Menuzzo – conta 1.370 collaboratori e ha sviluppato nel 2014 un fatturato consolidato di euro 230 milioni. CAME, grazie alle proprie soluzioni innovative per il controllo accessi, è stata scelta come Partner tecnologico da Expo Milano 2015. CAME è una società del programma ELITE di Borsa Italiana.

Bertazzoni S.p.A. – menzione Internazionalizzazione

Bertazzoni è un’azienda emiliana produttrice di elettrodomestici per la cottura, con una tradizione di oltre 130 anni. Fondata a Guastalla nel 1882, la società è un felice esempio di imprenditoria familiare giunta oggi alla sesta generazione e simbolo dell’eccellenza del Made in Italy nel mondo.  L’azienda, la cui produzione di circa 200.000 pezzi all’anno è concentrata presso l’headquarter di Guastalla, esporta i propri prodotti per il 90% e in più di sessanta paesi – dall’Europa, agli Stati Uniti, fino al Medio Oriente e all’Australia. Oggi Bertazzoni SpA occupa la fascia alta del mass market e la fascia premium. Bertazzoni SpA è una società del programma ELITE di Borsa Italiana.

Copan Italia S.p.A. – menzione Innovazione di prodotto

Copan Italia è una società per azioni a gestione familiare che opera nel settore biomedicale, la cui missione è quella di migliorare attraverso l’innovazione la qualità della fase pre-analitica e diagnostica degli esami di laboratorio, ossia quella fase comprende il prelievo, il trattamento, la conservazione dei campioni e il loro trasporto. Fondata a Mantova nel 1979 da Giorgio Triva, come impresa produttrice e distributrice di materiali plastici di consumo per test clinici e chimici in laboratorio, Copan Italia inizia la sua espansione a livello mondiale – nel 1994 viene fondata una società negli Stati Uniti – grazie alla gestione dei figli Daniele e Stefania Triva.

GUNA S.p.A. – menzione Humanistic innovation

Nata a Milano nel 1983 su iniziativa imprenditoriale di Alessandro Pizzoccaro, attuale presidente della società, e della moglie Adriana Carluccio, all’epoca ricercatrice in Farmitalia, Guna è oggi una realtà affermata a livello internazionale, con circa 230 dipendenti, la cui strategia di crescita si svolge per linee organiche basandosi sull’arricchimento progressivo della gamma di prodotti, sia fabbricati sia distribuiti. Guna opera nella nicchia mondiale dei prodotti omeopatici e ha scelto di posizionarsi sull’alta fascia, con una strategia incentrata su un portafoglio prodotti di altissima qualità, proponendo una gamma estesa a oltre 1.200 articoli appartenenti a diverse famiglie: medicinali omeopatici, integratori, fiori di Bach, dispositivi medici, cosmetici.

Metlac S.p.A. – menzione Indice di quotabilità

La società è stata fondata nel 1986 a Bosco Marengo (AL) da Pier Ugo Bocchio, ex-manager della multinazionale PPG unitamente ad altre due famiglie e dalla multinazionale inglese CoatesBrothers in minoranza, mediante l’acquisizione del ramo “metal packaging” di IVI. Nel 1994 Total ha acquisito le azioni dalla CoatesBrothers e le ha successivamente cedute, nel 1998,al Gruppo Valspar e nello stesso annovengono trasferite alla ICI Packaging Coatings. Nel 2007 il Gruppo Akzo Nobel ha acquisito la ICI Packaging Coatings diventando così socio di minoranza e le altre due famiglie sono uscite dalla compagine societarie lasciando il controllo del Gruppo a. Pier Ugo Bocchio. Nel 2014 si è conclusa la procedura avviata dall’autorità antitrust inglese che ha definitivamente bloccato il tentativo di acquisizione, da parte di Akzo Nobel, della totalità delle azioni del Gruppo.Il Gruppo opera nel settore chimico, e produce vernici ed inchiostri per imballaggi metallici destinati all’industria alimentare; le linee di prodotto sono vernici, smalti ed inchiostri per: lattine (beer&beverage); foodcans (pelati, legumi e carni); caps&closures (tappi corona, tappi twist-off, capsule in alluminio); tubetti (dentifrici, lacche, paste alimentari); easy open ends (chiusure per lattine); general lines.

Monge & Co SpA – menzione Innovazione di processo

Monge nasce nel 1963 da un’intuizione di Baldassarre Monge, una grande scommessa perchè introduce in Italia un nuovo modo di concepire l’alimentazione per i cani e i gatti. Negli anni l’azienda cresce costantemente, investendo in innovazione, ricerca e qualità, confrontandosi con i mercati esteri e introducendo in Italia prodotti di nuova concezione, fino a ottenere primati in tutta Europa. È una sfida continua che vede impegnate le nuove generazioni della Famiglia e importanti professionisti del settore, chiamati da Baldassarre Monge a dare il loro contributo con impegno e passione. Nel 1963, anno di fondazione, Monge sas è la prima in Italia a produrre wet food; cinquant’anni dopo, giunta alla terza generazione in Azienda, Monge & C. S.p.A. inaugura il nuovo stabilimento Dry Food, il più moderno d’Europa con oltre 127.000 tonnellate annue di capacità produttiva.

Valagro SpA – menzione Politiche di marketing

Valagro S.p.A. è un’azienda abruzzese del settore Chimico, leader nella produzione e commercializzazione di biostimolanti e specialità nutrizionali per le produzioni agricole, i tappeti erbosi, il giardinaggio e diverse applicazioni industriali. Nata nel 1980, grazie anche ai forti investimenti nella ricerca scientifica (in particolar modo nel campo della genomica), Valagro intraprende con successo un percorso di consolidamento della propria presenza in un numero crescente di paesi nel mondo. Il Gruppo investe ogni anno più del 4% del proprio fatturato nella ricerca scientifica per lo sviluppo di soluzioni innovative ed efficaci in grado di soddisfare le esigenze dei propri clienti di ottenere raccolti più abbondanti e di migliore qualità, aumentando l’efficienza e riducendo l’impatto ambientale.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , , ,