Un giro di jazz, live a Spazio Gerra

Stampa articolo Stampa articolo

Giovedì 2 luglio, in occasione della terza serata della rassegna “Un giro di jazz”, sul palco della piazzetta retrostante allo Spazio Gerra, alle ore 21.30 si esibisce Carla Ragni, pianista di formazione classica e di spiccata passione per il Jazz, che può essere considerata la femme prodige della scena musicale reggiana degli anni ’50 -’60. Un decennio in cui la giovanissima Carla Ragni ha avuto modo di crescere e affermarsi accompagnando al pianoforte l’Orchestra di Vanni Catellani.
Figlia d’arte, diplomata al conservatorio, Carla, seduta al pianoforte di casa, dice di se stessa: “La musica è stata ed è una passione totale che mi ha accompagnato lungo tutta la vita”.
Il quintetto da lei guidato, composto da Paride Bonilauri (chitarra), Roberto Costoli (sax, clarinetto), Giorgio Borghi (basso), Alberto Bertani (batteria) e Vania Tronconi (voce) ha in repertorio una serie di standard che dai classici del Jazz va fino ai ritmi morbidi e melodici della Bossa Nova. La serata vedrà come ospiti d’eccezione anche i colleghi di Carla, che negli anni ’50 e ’60 hanno contribuito alla diffusione del jazz a Reggio Emilia.
La partecipazione di Carla Ragni è particolarmente significativa in quanto direttamente collegata all’esposizione “E lo chiamano jazz…” , dov’è presente un focus sulla scena Jazz reggiana degli anni ’50-’60. Al terzo piano di Spazio Gerra si trovano  le fotografie e i documenti storici che raccontano  l’esperienza di Carla Ragni e dei grandi protagonisti del jazz reggiano, accompagnati dalle interviste realizzate da Spazio Gerra in occasione dell’esposizione.
Il concerto è gratuito, aperto al pubblico ed accompagnato dal servizio bar a cura del ristorante Il Pozzo.

La rassegna prosegue giovedì 9 luglio con lo Steve Calzolari Quintet, nuovo progetto creato dal pianista modenese Stefano Calzolari con l’intento di miscelare il suono tipico delle formazioni jazz hard bop, con un repertorio più contemporaneo che propone brani firmati da Calzolari e da altri autori, non esclusivamente jazzisti. Stefano Calzolari, che cura arrangiamenti, composizione e pianoforte, ha coinvolto un gruppo di musicisti che vanta un curriculum artistico di tutto rispetto: Oscar Abelli (batteria), Mauro Mussoni (contrabbasso), Franco Capiluppi (tromba, trombone), Corrado Terzi (sax tenore e contralto).

 

Carla-Ragni

Carla Ragni

 

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,