Antonella Ferrari: col sorriso combatto la sclerosi multipla

Stampa articolo Stampa articolo

Cominciarono a manifestarsi quando aveva soltanto 11 anni, i primi sintomi. A quel tempo studiava danza classica, immaginando per se stessa un luminoso futuro “sulle punte”.
Che le si sarebbe spalancato di certo, se col passar del tempo quella subdola malattia che ancora non aveva un nome (non l’avrebbe avuto per un bel po’ ancora), né un perché, non fosse diventata via via più invadente. E i progetti e i sogni di una ragazzina come lei, che stava sbocciando alla vita, iniziarono a sgretolarsi.
La diagnosi ufficiale – sclerosi multipla – arrivò solamente a 29 anni compiuti, dopo un incessante peregrinare da un medico a un altro, da uno specialista all’altro (“… ma è solamente stress”, si era sentita dire da qualcuno). Oggi, appese senza rimpianti le scarpette al chiodo, Antonella Ferrari è una bravissima attrice. Soprattutto, un’attrice felice. E più in generale una donna felice. Nonostante la sclerosi multipla. Anzi, forse anche “grazie” ad essa…
Parole che suonano come un’eresia, dette così. Ma che acquisiscono tutt’altro valore e significato se si pensa alla sua storia e al suo percorso.

Leggi tutto l’articolo di Matteo Gelmini su La Libertà del 4 luglio 2015

Antonella Ferrari

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura Taggato con: ,