De Nisco e Teggi in mostra con “RIPArami”

Stampa articolo Stampa articolo

“Opere ecologiche e ambientaliste che testimoniano come sia possibile unire l’etica con l’estetica, portando leggerezza e poeticità in un ambiente di sofferenza e di cura”. Con queste parole lo storico d’arte Giuseppe Berti ha inaugurato  l’originale installazione di land art, “RIPArami”, di Antonella De Nisco e Giorgio Teggi posta nell’Atrio Esagono e nel Parco della Casa di Cura Polispecialistica Villa Verde a Reggio Emilia.

Riparami

Un gioco di ricami leggeri che si inseriscono in modo naturale nell’ambiente con un intreccio di fili di materie vegetali tessute con un paziente lavoro manuale tra i rami dei cedri secolari della Casa di Cura. Una rete di segni e disegni, sostenuta dalla maestosità degli alberi, che evoca accadimento ed accudimento, così come il gioco di parole che titola l’evento promosso da Villa Verde in collaborazione con il Circolo degli Artisti di Reggio Emilia.

“Villa Verde è un committente illuminato” ha esordito Enrico Manicardi, presidente del Circolo degli Artisti locale “da oltre 13 anni collaboriamo attivamente presentando diverse forme d’arte agli ospiti della Casa di Cura nella speranza di portare loro sollievo e serenità”.

Riparami

Obiettivi che il presidente di Villa Verde Fabrizio Franzini persegue da sempre “nella convinzione che tutte le manifestazioni d’arte possano contribuire a migliorare la condizione di benessere psicofisico degli ospiti della struttura”. Da qui l’annuncio che “da settembre Villa Verde avvierà una collaborazione anche con l’Associazione Culturale Degustibook di Reggio Emilia, le cui animatrici intratterranno i pazienti con letture di libri e testi scelti appositamente. “Il libro, come una ricetta, diventa cura e porta sollievo, regalando sogni e nuove avventure” ha commentato la presidente Luisa Reato che ieri, insieme a un gruppo di lettrici, hanno accompagnato la visita all’installazione ambientale con narrazioni espressive tratte da “Il barone rampante” di Italo Calvino e “Il canto degli alberi” di Hermann Hesse.

Antonella De Nisco, artista e docente di storia dell’arte, e Giorgio Teggi, architetto, fondatori del LAAI – Laboratorio di Arte Ambientale Itinerante e autori dell’installazione hanno quindi illustrato le loro creazioni “realizzate tramite un gioco di intrecci e tessiture che rispettano i luoghi, richiamano valori simbolici ed accrescono la coscienza ambientale”. De Nisco e Teggi sono anche autori del leporello disegnato a penna a sfera e di un interessante trittico composto da tavole dipinte esposti nell’Atrio Esagono, al terzo piano della Casa di Cura, a disposizione dei visitatori negli orari di apertura di Villa Verde.

L’esposizione si completa con la pubblicazione della Collana di Plastica N. 16, in cui è descritto l’intervento mediante immagini, fotomontaggi e parole.

L’installazione nel parco è visitabile tutti i giorni senza vincolo di orario. L’ingresso è libero. Per informazioni:  tel. 0522 554711, tel. 0522 328611, info@circolodegliartisti.re.it, www.circolodegliartisti.re.it, www.villaverde.it.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , , ,