Economia rurale e tesori in Appennino: il festival regionale Itaca

Stampa articolo Stampa articolo

Un breve viaggio all’insegna del turismo responsabile per imparare a vivere il territorio in modo nuovo: sono aperte le iscrizioni per la tre giorni itinerante del festival regionale Itaca, che da domenica 31 maggio a martedì 2 giugno proporrà esperienze di trekking e cicloturismo tra la pianura e l’Appennino reggiano.

Il primo appuntamento dedicato alla “rural economy” andrà in scena domenica 31 maggio (partenza alle ore 9 al parco delle Caprette di Reggio Emilia) e sarà incentrato sul rapporto che lega il torrente Crostolo e i reggiani: in sella alla bicicletta i partecipanti saranno accompagnati alla scoperta della facciata ludica, sociale e ricreativa del corso d’acqua, non dimenticando la componente lavorativa ed economica che ha disegnato il territorio e la natura tutt’ora “esplosiva” nella sua biodiversità. All’Ecoparco di Vezzano, luogo cruciale di incontro tra città e campagna, pianura e montagna, sono in programma un incontro con il sindaco Mauro Bigi, la presentazione della “Via Matildica del Volto Santo” a cura dell’architetto del paesaggio Giuliano Cervi, Architetto del Paesaggio e una degustazione con i “prodotti del parco” offerti dai produttori del Distretto di economia solidale.

Ecoparco-Vezzano

Una foto dell’Ecoparco di Vezzano

 

Lunedì 1 giugno per chi vorrà proseguire il viaggio all’insegna del turismo sostenibile è prevista un’escursione “a passo curioso” tra geologia e storia con tappe alla Pietra di Bismantova e i Gestti Triassici. Mentre il giorno successivo il cammino proseguirà tra i due passi, lungo il crinale che unisce Emilia e Toscana.

La tre giorni itinerante all’insegna del turismo responsabile, esperienza inedita per la provincia di Reggio Emilia, nasce grazie alla collaborazione tra cooperativa L’Ovile, Parco Appennino Turismo, Comune di Vezzano sul Crostolo, Cammino Matildico del Volto Santo, Officine Urbane, Altri Passi e FIAB, uniti nella promozione dei valori della sostenibilità e solidarietà a tutela del territorio.

Il costo di partecipazione all’iniziativa di domenica 31 maggio è di 28 euro (25 euro con bici propria), quello per i tre giorni (vitto, alloggio, guide e servizi) è di 190 euro. La prenotazione è obbligatoria. Per info e prenotazioni: fbucci@ovile.net – 331.7418225 – 0522.343238.

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,