Parmigiano Reggiano e educazione alimentare

Stampa articolo Stampa articolo

Milleduecento ragazzi appartenenti a 17 Istituti Scolastici di Roma capitale sono stati protagonisti di una delle tappe più affascinanti della campagna di educazione alimentare “Sono come mangio”, lanciata dal Consorzio del formaggio Parmigiano Reggiano.

Giovedì 21 maggio, infatti, alla Città dell’Altra Economia, nel Rione Testaccio, i giovani studenti romani hanno assistito ad un evento per loro sicuramente inedito: la rievocazione dell’antica cottura a legna di una forma di Parmigiano Reggiano. Protagonisti, insieme ai ragazzi, i maestri casari, i garzoni del fuoco e gli animatori della cooperativa Creativ CISE, partner del Consorzio in questo progetto di educazione alimentare che coinvolge circa 1.000 insegnanti ed oltre 25.000 alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado delle 11 regioni italiane del centro-nord.

“Sono come mangio” è un viaggio educativo alla scoperta del cibo, delle buone abitudini alimentari e della storia di uno dei più grandi prodotti tipici italiani. Il progetto mira anche a stimolare l’utilizzo dei cinque sensi nell’approccio al cibo attraverso un percorso multidisciplinare che utilizza il prodotto Parmigiano Reggiano come filo conduttore tra le diverse discipline scolastiche (dalla storia alla geografia, alle scienze, alla matematica).

Roma-parmigiano-reggiano

“Con questo progetto – sottolinea il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Giuseppe Alai – puntiamo a far sì che i ragazzi siano più consapevoli della ricchezza del nostro Paese sul versante dell’offerta alimentare e, soprattutto, dello straordinario legame che esiste tra prodotti e territorio, valorizzando in tal modo anche la storia, la cultura, le tradizioni, le risorse ambientali che danno origine ai nostri alimenti”.

“Crediamo molto in questa iniziativa – afferma Paolo Masini, Assessore comunale di Roma allo Sport, Scuola, Politiche Giovanili e Partecipazione – che affianca corretta alimentazione, cultura della qualità del cibo e formazione per i nostri ragazzi, offrendo un percorso multidisciplinare e multisensoriale unico, tra antichi mestieri e innovazione, perfettamente in linea con le sperimentazioni che stiamo mettendo in campo all’interno della nuova offerta formativa destinata alle scuole romane”.

Allo spettacolare evento di giovedì 21 maggio al Testaccio dalle 10,00 alle 12,00, è seguita la premiazione dei vincitori del concorso “Sono Come Mangio: l’Avventura”, rivolto agli studenti romani i quali, negli ultimi mesi, si sono impegnati nella realizzazione di elaborati (film, disegni, immagini) che mettessero in luce l’importanza dell’educazione alimentare.

Al primo posto si è classificato L’Istituto comprensivo Leonardo da Vinci di Via della Grande Muraglia, seguito dall’Istituto comprensivo GRASSI- plesso Isola sacra di Fiumicino e dall’Istituto comprensivo Alberto Manzi con il plesso di via del Pigneto.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , , ,