Musica Building: nuovo incontro il 23 maggio

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato 23 maggio, alle 17, si svolge un nuovo appuntamento di Music Building, il ciclo di lezioni-concerto promosse dalla Biblioteca musicale ‘Gentilucci’ dell’Istituto superiore di studi musicali di Reggio Emilia e Castelnovo Monti, nell’ambito de “l’Orecchio del sabato” 2015, molto seguito dal pubblico.

Questo sesto incontro, dal titolo “Una combinazione di colori inusuale”, sarà dedicato alle sonorità del Novecento musicale nell’accezione frizzante e melodiosa del musicista francese Francis Poulenc. Per l’occasione Giovanni Picciati, titolare della cattedra di clarinetto dell’Istituto musicale, concerterà il Sestetto, una celebre composizione alquanto inusuale nel contesto cameristico dell’epoca.
Il Sestetto di Poulenc per flauto, oboe, clarinetto, corno, fagotto e pianoforte, venne eseguito per la prima volta nel 1933 e accantonato fino al 1939, quando l’autore lo sottopose ad una severa revisione delle proporzioni formali. I fiati e il pianoforte si pongono in un dialogo continuo ma frammentato tra piccoli raggruppamenti strumentali.

L’effetto è quello di una sonorità sempre cangiante. I temi, cantabili e leggeri, contengono passaggi virtuosistici che rimandano tanto al Jazz quanto alle fonti della musica di tradizione ed impegnano in modo costante tutti gli esecutori. Ad affrontare la robusta e spumeggiante partitura saranno i giovani musicisti Davide Rivera (flauto), Carlo Ambrosoli (oboe), Mattia Giroldini (clarinetto), Tea Pagliarini (corno), Simone Novellino (fagotto) e Paola Barchi (pianoforte).

 

orecchio-del-sabato_2015-1

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,