Ritorna la rassegna “Soli Deo Gloria”

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato 16 maggio nuovo appuntamento con la rassegna ‘Soli Deo Gloria. Organi, suoni e voci della città’, giunta quest’anno all’undicesima edizione.

Alle ore 21, nella chiesa di San Giovanni Evangelista detta di “San Giovannino” a Reggio Emilia (piazzetta San Giovanni), il Coro della Cappella musicale San Francesco da Paola diretto da Silvia Perucchetti e i solisti dell’Accademia dei Folli (Ferenc Vojnity Hajduk violino, Federico Buffagni e Omar Campi flauti dolci, Elena Turci e Silvia Perucchetti soprani, Paolo Giorgi clavicembalo) proporranno il concerto Lauda Mater Ecclesia. Cantus firmus e musica figurata fra Rinascimento e primo Barocco’.

In programma brani di Tomás Luis de Victoria, Orlando di Lasso, Cipriano de Rore, Francisco Guerrero, Giovanni Pierluigi da Palestrina, Maurizio Cazzati, Anonimi del XI e XVII secolo.

Ingresso libero e limitato ai posti disponibili.

Le offerte saranno destinate agli interventi di restauro della chiesa.

L’iniziativa è in collaborazione con Venerabile Confraternita dell’Immacolata Concezione e San Francesco d’Assisi eretta nella Chiesa di San Giovannino.

Il Coro della Cappella Musicale San Francesco da Paola, con sede nell’omonima chiesa di Reggio Emilia, è attualmente diretto – su invito di Renato Negri – dalla musicologa Silvia Perucchetti. Venne fondato nel 1995 dal Can. Prof. Don Guglielmo Ferrarini e dall’Organista Titolare e Maestro di Cappella Renato Negri, in occasione del restauro e ampliamento del prestigioso organo costruito da Pierpaolo Bigi. Oltre all’organizzazione di stagioni concertistiche alle quali partecipano i nomi più illustri del panorama musicale internazionale (G. Leonhardt, T. Koopman, S. Preston e tanti altri), il Coro della Cappella Musicale San Francesco da Paola (nell’attuale formazione dal 2006) vanta esibizioni e collaborazioni di prestigio, fra cui un concerto con il Renè Clemencic Consort per la Messe de Notre Dame di Guillaume de Machault, il cornettista B. Dickey, il soprano M. Piccinini ed il gambista Patxi Montero. Nel 2006, su iniziativa del musicologo Cesarino Ruini, il Coro ha eseguito (per la prima volta in tempi moderni) alcuni dei responsori polifonici rinascimentali conservati nella basilica reggiana di San Prospero. Attualmente il coro si rivolge al repertorio del pieno Rinascimento (pur eseguendo sporadicamente brani tardo-medievali), ed è impegnato in un progetto di studio, trascrizione ed esecuzione concertistica di musiche polifoniche cinquecentesche di autori reggiani.

Cappella-Musicale-San-Francesco-da-Paola

Coro della Cappella musicale san Francesco da Paola

Più volte ospite della rassegna Musica intorno al fiume e attivo a livello concertistico fra Reggio, Parma, Cremona, Mantova, Milano, Brescia e Modena, nel maggio 2008 il Coro è a Forlì per un concerto nella basilica romanica di San Mercuriale; nel giugno successivo debutta, insieme all’Ensemble Palma Choralis di Cremona e all’interno di Soli Deo Gloria, il concerto Te lucis ante terminum. Musiche per l’Ufficio di Compieta a Reggio Emilia fra Cinque e Seicento; nel 2009 si è esibito a Sesto San Giovanni (MI) e, nel 2011, nel Duomo di Modena con la schola gregoriana maschile. Collabora abitualmente con Palma Choralis per la realizzazione di concerti contraddistinti dalla ricerca musicologica e dalla riscoperta di musiche inedite (Officium stellae – Stella splendens. Polifonie in cerca della stella fra Medioevo e Rinascimento, eseguito a Brescia in occasione dell’inaugurazione della mostra di arte contemporanea Verso le stelle; Dialoghi intorno al Presepio: canti, laude e sacri concerti dai fondi musicali della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, nel 2011 e su idea di Silvia Perucchetti, comprendente l’esecuzione integrale del Dialogo intorno al presepio di Nostro Signore a tre voci di G. F. Anerio il cui unico esemplare a stampa censito al mondo si trova nella Biblioteca Panizzi; concerto Surge propera, amica mea!, Brescia, novembre 2012, a corredo della mostra d’arte contemporanea Das Hohelied der Liebe – Cantico dei Cantici). Nel maggio 2014 il Coro ha inaugurato, insieme a Renato Negri, il IX Festival Organistico Internazionale Città di Paola (Cosenza); nell’ottobre 2014 partecipa ai Bibliodays della Biblioteca Panizzi di Reggio E. (Ex libris musica, su idea di Paolo Giorgi e Silvia Perucchetti). Nel 2015 il Coro è a Canossa con la schola gregoriana per l’inaugurazione del 900° anniversario dalla morte di Matilde di Canossa; a marzo è stato invitato nell’ambito della prestigiosa rassegna L’Ora della Musica (Istituto Musicale “A. Peri” di Reggio Emilia); a maggio si esibirà nell’ambito dei Vespri d’Organo della Basilica di San Giorgio Maggiore a Venezia. Nel 2015, in previsione del IV centenario dalla nascita di Maurizio Cazzati, la Cappella Musicale San Francesco da Paola ha avviato, da un’idea del musicologo Paolo Giorgi, un progetto di riscoperta di musiche inedite del compositore guastallese; a tale progetto partecipano sia il Coro, sia la neonata Accademia dei Folli, composta da giovani musicisti, musicologi e cantanti solisti interni alla Cappella Musicale.

Coro della Cappella Musicale San Francesco da Paola di Reggio Emilia:

Caterina Arata, Sandra Bugolotti, Patrizia Chierici, Daniela Iotti, Orietta Morelli, Simona Ruffini, Elena Turci  soprani

Fabio Ghizzoni  controtenore

Dina Bartoli, Katja Brill, Alessandra Lasagni, Maria Elisa Rinaldi, Cecilia Panciroli, Laura Zambianchi  contralti

Luca Caleffi, Omar Campi, Andrea Caselli, Corrado Pessina, Ferenc Vojnity Hajduk  tenori

Federico Bigi, Federico Buffagni, Fausto Davoli, Alberto Denti, Fabrizio Ferretti, Paolo Giorgi, Massimo Manghi  bassi.

Silvia-Perucchetti---direttore-2013

Silvia Perrucchetti

Silvia PerucchettiNata nel 1983, inizia a studiare pianoforte giovanissima a Parma con Alessandro Nidi, per poi continuare a Reggio Emilia con Lorenzo Fornaciari; per qualche anno ha inoltre studiato canto barocco sotto la guida di Monica Piccinini. Nel 2009 si è laureata cum laude in Musicologia presso l’Università di Pavia (sede di Cremona) con una tesi di specializzazione dedicata ai repertori sacri a tre voci fra tardo ‘500 e primi del ‘600, seguita dal prof. Rodobaldo Tibaldi. Ha insegnato Teoria musicale presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Modena e pianoforte e solfeggio presso la Scuola di Musica di Sant’Ilario d’Enza (RE) dal 2005 al 2011; attualmente è bibliotecaria presso la Biblioteca “A. Gentilucci” dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Peri” e la biblioteca “Sereni” dell’Istituto “Cervi” di Gattatico; ha catalogato fondi antichi e musicali nelle città di Bologna, Vignola (MO) e Borgotaro (PR) e nella Biblioteca Municipale “Panizzi” di Reggio Emilia. Già collaboratrice per il bimestrale BresciaMusica, dal 2005 partecipa stabilmente al progetto Medioevo Musicale – Bollettino bibliografico della musica medievale per la Fondazione Franceschini di Firenze.

Cura abitualmente la preparazione dei programmi di sala per varie rassegne concertistiche (Grandezze & Meraviglie di Modena, Settimane di musica barocca di Brescia, Giovanni Paisiello Festival di Taranto, Ensemble Il Teatro delle Note di Parma, Barocco Festival Leonardo Leo di Brindisi, Soli Deo Gloria di Reggio E.), e ha al suo attivo pubblicazioni di saggi e contributi musicologici, fra cui la redazione della voce enciclopedica Italia. La musica sacra. Il Seicento all’interno dell’Enciclopedia Ortodossa (tomo XXVIII, Mosca 2012) e le note musicologiche per vari CD di musica antica (etichette Verso di Madrid, MV Cremona, Soli Deo Gloria).

Spesso relatrice in conferenze a carattere musicologico e in conferenze-concerto di sua ideazione, sta lavorando ad un progetto di trascrizione, studio e valorizzazione concertistica del repertorio polifonico conservato nelle biblioteche e negli archivi reggiani. Fra 2001 e 2005 ha cantato stabilmente nel Coro Polifonico di Reggio E. diretto da S. Giaroli, coro del quale è stata direttore per l’anno 2006; dal 2006 dirige il Coro della Cappella Musicale S. Francesco da Paola, il Coro Mavarta di Sant’Ilario e ha diretto in più occasioni il Coro dell’Istituto “Dossetti” di Cavriago. Ha frequentato i corsi di direzione corale e polifonia rinascimentale tenuti da C. Chiavazza a Pamparato (CN). Da qualche anno affianca all’attività musicale la passione per la fotografia.

 

Paolo Giorgi – Nato a Guastalla (Reggio Emilia) nel 1984, ha compiuto gli studi musicali a Parma (viola e pianoforte), e gli studi universitari a Cremona, presso la Facoltà di Musicologia dell’Università di Pavia-Cremona, dove ha conseguito nel dicembre 2011 il proprio dottorato di ricerca con una tesi sulle attuali tendenze registiche dell’allestimento di opere barocche. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni, che riflettono i suoi variegati interessi di studio, spaziando dalla ricezione novecentesca della musica vocale barocca alla storia dell’editoria musicale italiana, dalla figura del compositore seicentesco Maurizio Cazzati alla musica sacra in Lombardia nel XVIII secolo alle problematiche di documentazione musicale; fino al marzo 2013 è stato assegnista di ricerca presso la Facoltà di Musicologia di Cremona, come responsabile del progetto

TheCaM, relativo alla progettazione e relativo alla realizzazione di cataloghi tematici in formato digitale. Dal 2012 è attivo come docente di discipline bibliografico-musicali in diversi istituti, tra cui la Facoltà di Musicologia di Cremona e l’Istituto Musicale Pareggiato ‘G. Puccini’ di Gallarate. Dal 2013 lavora come bibliotecario in diverse biblioteche tra Reggio Emilia e Bologna, per il censimento e la catalogazione di fondi speciali, antichi e musicali. A livello musicologico, si dedica alla riscoperta e allo studio di alcuni compositori emiliani (in particolare Maurizio Cazzati, Alberto Franchetti e Achille Peri), nonché alla storia dei fondi musicali reggiani e alla loro circolazione.

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,