#agescidalpapa: Francesco e gli scout

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato 13 giugno, Papa Francesco incontrerà l’AGESCI- Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani – in Udienza Generale a Piazza San Pietro.

Si contano già 70.000 presenze.

Dall’Emilia Romagna partiranno quasi 8000 tra ragazzi e capi, che rappresenteranno oltre 150 gruppi scout locali. Sarà “un’invasione” pacifica quella degli scout dell’AGESCI che si stanno preparando e avvicinando all’udienza “sulla strada” con lo zaino in spalla, come pellegrini.

I Lupetti e le Coccinelle, ossia i più piccoli, saranno pellegrini della gioia, gli Esploratori e Guide, i ragazzi dai 12 ai 16 anni, saranno pellegrini del bene, i Rover e le Scolte, i giovani dai 16 ai 21 anni, saranno pellegrini del dono. Ogni gruppo scout scriverà una preghiera per Papa Francesco e forgerà il proprio bastone del Pellegrino che, assieme all’azzurro delle uniformi e ai fazzolettoni al collo, colorerà Piazza San Pietro.

scout

Prendendo spunto da tutte le preghiere che verranno raccolte, verrà scritta la preghiera corale dell’AGESCI, che verrà recitata in Piazza San Pietro il giorno dell’udienza.

La giornata del 13 giugno e il percorso di avvicinamento saranno seguiti su Twitter con l’hashtag #agescidalpapa.

L’ultima udienza generale si è tenuta nel 2004 alla presenza di 30.000 scout dell’AGESCI e del MASCI, in occasione del trentennale della nascita dell’AGESCI.

L’AGESCI è nata nel 1974 dalla fusione delle Associazioni scout cattoliche ASCI (maschile) e AGI (femminile). L’Associazione conta oggi circa 180.000 aderenti, di cui circa 30.000 sono educatori. L’AGESCI è organizzata in circa 2000 gruppi locali.

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,