UCIIM: le elezioni del Consiglio Superiore Pubblica Istruzione

Stampa articolo Stampa articolo

Si terranno martedì 28 aprile – dalle ore 8.00 alle ore 17.00 -in tutte le scuole le elezioni del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

L’UCIIM – Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi – ha presentato liste per tutti gli ordini di scuole; tutte le liste sono contrassegnate dal motto “UCIIM – UNA SCUOLA NUOVA PER UNA SOCIETA’ NUOVA”.

L’ UCIIM in sintonia con la sua identità, con la sua storia e con la sua azione e testimonianza vuole realizzare un programma che mira all’educazione integrale della persona nella comunità, ad una scuola di “tutti e per tutti” i ragazzi, inclusiva nel pieno rispetto della dignità dell’uomo. Per una nuova società occorre una scuola nuova.

Per una scuola nuova occorre perseguire l’immediata realizzazione di riforme irrinunciabili:

  • autonomia “vera” delle istituzioni scolastiche;
  • stato giuridico, profilo professionale, formazione docenti e adeguata retribuzione economica;
  • funzioni e compiti del dirigente scolastico
  • riforma degli organi collegiali
  • definizione di chiari criteri di valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione;
  • ruolo del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione

L’autonomia è una delle più importanti conquiste della scuola italiana. Occorre consentire concretamente alle scuole di compiere scelte reali per proporre un’offerta ottimale agli alunni e alle famiglie e rispondere adeguatamente alle esigenze del territorio. Occorre mettere ciascuna scuola in condizione di conoscere con certezza le risorse umane e materiali su cui poter contare per la propria progettazione educativa, anche su base pluriennale, i fondi attualmente gestiti da comuni e province devono essere assegnati direttamente alle istituzioni scolastiche.

uciim

Sono prioritari: un sistema di reclutamento ordinario e regolare dei docenti; la semplificazione delle procedure concorsuali, consentendo l’accesso a tutti, compresi i neolaureati; la realizzazione di una sistematica formazione in servizio anche sull’organizzazione scolastica; il riconoscimento economico della formazione in servizio per tutti. Urge inoltre fare emergere con chiarezza nel nuovo stato giuridico tutto l’impegno orario svolto dai docenti; rinnovare il CCNL, azzerare “realmente” il precariato storico.

La riforma degli Organi Collegiali si deve basare su un giusto equilibrio tra le diverse componenti della scuola; vanno salvaguardati la libertà di insegnamento, il potere progettuale e deliberante dei docenti; vanno ben definiti i ruoli e i compiti della fondamentale azione collegiale dei genitori; va riconosciuta una significativa presenza del personale ATA. Il Dirigente scolastico deve essere considerato vero leader educativo, capace di scelte democratiche condivise dalla comunità educante. Per lui va considerata una progressione di carriera che valorizzi le esperienze maturate sul campo. Al Dirigente va riconosciuto il fondamentale compito di valorizzare e coordinare le risorse professionali della propria istituzione scolastica, interagendo con il territorio di riferimento, al fine di garantire un’ efficace offerta formativa.

L’UCIIM si impegna a realizzare il suo programma: portando tali istanze presso i decisori politici; ascoltando la “scuola militante”; promuovendo iniziative legislative che favoriscano la dignità professionale e socio-economica del personale docente e dirigente;

Queste le Liste UCIIM: Personale Dirigente Lista III; Infanzia Lista VI; Primaria Lista VII; Secondaria Primo Grado Lista VI; Secondaria Secondo Grado Lista VI.

Questo l’elenco dei candidati: Elezioni CSPI_Liste

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,