Commemorazione del Beato Rolando

Stampa articolo Stampa articolo

Giovedì  9 aprile, nel corso di una conferenza stampa, sono stati annunciati gli eventi in programma nel settantesimo anniversario del martirio del Beato Rolando Rivi e le opere realizzate per rendere nuovamente fruibile, a pellegrini e visitatori, l’antica Pieve di San Valentino, uno dei gioielli di arte, storia e fede della provincia di Reggio Emilia.

Gli eventi avranno inizio nella sera di sabato 11 aprile quando, alle ore 19,00, dal bosco del martirio (Piane di Monchio – Palagano MO) prenderà il via la Fiaccolata dei giovani che si concluderà nella Chiesa della Beata Vergine Assunta in Monchio.

Domenica 12 aprile 2015, alle ore 15,30, presso la Parrocchia di San Valentino, Castellarano (RE), si svolgerà l’evento centrale.  Il Vescovo di Reggio Emilia-Guastalla, monsignor Massimo Camisasca e Don Juliàn Carròn, assistente ecclesiale Memores Domini, successore di Don Luigi Giussani e presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione, inaugureranno la nuova Casa dei Memores Domini, al termine dei lavori di ristrutturazione di una parte della Casa Canonica.  Seguirà, alle ore 16,00 la Santa Messa Solenne celebrata dal vescovo Massimo, con l’esposizione straordinaria alla venerazione dei fedeli del corpo del Beato Rolando Rivi Martire nella nuova urna di cristallo. Alle ore 17,00 vi sarà l’atteso l’intervento conclusivo di Don Juliàn Carròn, che per la prima volta parlerà pubblicamente in provincia di Reggio Emilia.

sanvalentino

La presenza dei Memores Domini presso la Pieve di San Valentino consentirà di tenere aperto questo luogo, uno dei più belli e significativi nella Diocesi di Reggio Emilia, di accogliere i sempre più numerosi pellegrini e di guidarli alla conoscenza del Beato Rolando.

A partire da lunedì 13 aprile 2015 sarà possibile visitare la Pieve di San Valentino, sostare in preghiera davanti alla sepoltura del Beato Rolando Rivi Martire, visitare il Museo Rolando Rivi, adiacente alla Pieve, tutti i giorni dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalle15,00 alle 18,00, suonando al campanello della Casa Canonica.

Lunedì 13 aprile, (nel giorno del martirio del Beato Rolando, che avvenne il 13 aprile 1945) Mons. Giacomo Morandi, Amministratore Diocesano dell’Arcidiocesi di Modena-Nonantola, celebrerà la Santa Messa nel bosco del martirio (Piane di Monchio – Palagano MO) alle ore 18,00.

Venerdì 29 maggio, festa liturgica del Beato Rolando Rivi Martire nelle diocesi di Reggio Emilia e Modena, si rinnoverà la processione che il 29 maggio 1945 accolse il corpo del martire riportato al suo paese, a guerra finita, su un biroccio trainato da un cavallo. Il raduno dei fedeli sarà alle ore 20,30 in località Montadella (Castellarano RE). Da qui partirà la processione verso l’antica Pieve di San Valentino dove, alle ore 21,00, il Vescovo di Reggio Emilia-Guastalla, S.E. Mons. Massimo Camisasca, celebrerà la Santa Messa. Nel ricordo del giovane martire, l’evento del 29 maggio sarà una festa della libertà religiosa per chiedere il rispetto di questa libertà fondamentale nei molti Paesi in cui ancora oggi i cristiani sono perseguitati e uccisi a causa della loro fede.

Nel corso della conferenza stampa è stato presentato anche il logo che accompagnerà gli eventi nel settantesimo anniversario del martirio.

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana Taggato con: , , ,