Il ricordo della battaglia di Ca’ Marastoni

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 12 aprile, a Toano, alle ore 10 il vescovo Massimo Camisasca celebrerà la Messa in occasione del settantesimo anniversario della battaglia di Ca’ Marastoni,

Era il primo aprile 1945 quando cinque partigiani delle Fiamme Verdi caddero, mentre il vicecomandante della Brigata, William Manfredi, “Elio”, rimase gravemente ferito. Nonostante le premurose cure prestategli dal professor Pasquale Marconi, morì nella tarda serata dello stesso giorno.
Il suo generoso sacrificio venne autorevolmente ricordato da Giuseppe Dossetti in uno dei suoi più importanti interventi fatti all’Assemblea Costituente, cioè quello pronunciato in occasione della discussione e approvazione di uno dei più delicati articoli della vigente Costituzione: quello relativo ai rapporti tra lo Stato Italiano e la Chiesa cattolica.

Sul luogo della battaglia, sin dall’anno successivo, la gente del posto ed i reduci delle Fiamme Verdi convenivano spontaneamente per assistere a una santa Messa di ricordo e suffragio per i valorosi caduti.
Il primo aprile 1965 don Orlandini posò la prima pietra della costruenda cappella-sacrario, che, una volta completata, diventò la sede ‘naturale’ della cerimonia di ricordo dei valorosi caduti.

Cappella-sacrario--Ca'-Marastoni

La cappella – sacrario di Ca’ Marastoni

 

Pubblicato in Archivio Taggato con: ,