Imprese e mercato elettronico della PA

Stampa articolo Stampa articolo

Doppio appuntamento, a Castelnovo ne’ Monti, per approfondire gli aspetti che caratterizzano le relazioni commerciali tra pubblico e privato nell’ambito del mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, passaggio d’obbligo che da una parte impone alle pubbliche amministrazioni  il ricorso alla piattaforma elettronica per acquisti al di sotto dei 134.000 euro e, dall’altra, per le imprese che intendono partecipare a forniture che rientrino in questa soglia.

Per iniziativa del Comune di Castelnovo ne’ Monti, dell’Unione montana dei Comuni dell’Appennino reggiano e di Confcooperative – che da due anni gestisce uno dei pochi sportelli attivi in regione per l’iscrizione e l’accreditamento delle imprese alla piattaforma (denominata Consip) – nella mattinata di giovedì 12 febbraio saranno i dipendenti pubblici ad addentrarsi nei dettagli dei nuovi obblighi, delle nuove opportunità e delle principali funzioni di acquisto del portale della pubblica amministrazione (“Acquistinretepa”), mentre nel pomeriggio è previsto un incontro specifico con le imprese del territorio.

confcooperative

A partire dalle 9,30, nella sala del Consiglio comunale di Castelnovo ne’ Monti, i dipendenti pubblici, guidati da Alberto Perna (della Direzione Programma Razionalizzazione Acquisti PA) avranno la possibilità di effettuare anche diverse simulazioni di ordini di acquisto.

Nel pomeriggio, con inizio alle 14,30, e sempre nella sala consiliare del Comune, sarà poi la volta delle imprese dell’Appennino.

Ad aprire i lavori sarà il Sindaco Enrico Bini, cui seguiranno le relazioni di Francesca Minerva (Responsabile Progetto in Rete-Area promozione e supporto) e Barbara Tondelli (responsabile dello sportello Consip di Confcooperative Reggio Emilia).

francesca-minerva

Francesca Minerva

“Ringraziamo il Comune di Castelnovo ne’ Monti, e in particolare l’assessore alle attività produttive Lucia Attolini – per questa collaborazione che consentirà a tante imprese locali di accedere a nuove opportunità di lavoro che non si limitano al territorio appenninico, ma interessano tutto il territorio nazionale”.

“Per migliaia di piccole e medie imprese – sottolinea Barbara Tondelli – si sono generate nuove opportunità di lavoro con l’introduzione di questi nuovi obblighi derivanti dalla “spending review”, e per parte nostra offriamo un servizio indispensabile al primo accreditamento, così da consentire alle aziende di creare le basi essenziali per configurarsi come possibili fornitori e, successivamente, di essere completamente autonome nell’aggiornamento del catalogo dei beni e dei servizi offerti alla Pubblica Amministrazione, ricevendo la necessarie istruzioni per rinnovare o ampliare la gamma dell’offerta in funzione di una domanda che continua ad ampliarsi e a diversificarsi”.

Enrico Bini, sindaco di Castelnovo Monti

Enrico Bini, sindaco di Castelnovo Monti

Pubblicato in Archivio Taggato con: , , ,