Il Fondo per l’Editoria

Stampa articolo Stampa articolo

Francesco Zanotti, presidente della Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), parla del problema del Fondo per l’Editoria (ottobre 2013)

I contributi all’editoria non sono un regalo che lo Stato fa a qualche fortunato, ma sono un sostegno alla libertà d’informazione, come garantito dalla Costituzione. Le provvidenze all’editoria sono un contributo concreto al pluralismo e alla libertà d’informazione. Uno Stato moderno non può prescindere da questo dato. Occorre rifinanziare il Fondo per l’editoria ormai a livelli del tutto insoddisfacenti. Come Fisc (Federazione italiana cui fanno capo 186 settimanali cattolici), ricordiamo che una settantina di nostri giornali, specialmente i più strutturati, vivono nell’incertezza. Pur ricevendo briciole, i contributi sono essenziali per raccontare la vita che scorre nella provincia e nei territori italiani. Da qui la necessità di rifinanziare il Fondo per garantire la libertà in questa nostra Italia.

Pubblicato in Liberteca