Biloslavo: avventura a Kabul e scenari internazionali

Stampa articolo Stampa articolo

Audio dell’intervento di Fausto Biloslavo all’incontro dei giornalisti promosso dall’Ufficio comunicazioni sociali nella festa di San Francesco di Sales. Sabato 24 gennaio nella sala conferenze del museo diocesano di Reggio Emilia. Il confronto è stato sul tema “Educare alla pace parlando di guerra”.

Fausto Biloslavo inviato di guerra di nascita triestina, scrive per il Giornale, Panorama e collabora con i telegiornali Mediaset e Skype. Il primo reportage risale all’invasione israeliana del Libano nel 1982 dove è l’unico a fotografare Arafat in fuga da Beirut, nel 1983 fonda a Trieste l’agenzia Albatros Press Agency. Nel 1987 viene catturato e tenuto prigioniero a Kabul per 7 mesi, rilasciato grazie all’intervento del presidente Cossiga. Un anno dopo a Kabul un camion militare lo riduce in fin di vita. Con l’assedio di Sarajevo incontra Cinzia, sua moglie, con cui ha una figlia e per dieci anni segue i conflitti nella ex-Yugoslavia. E’ stato in Iraq e recentemente per alcuni mesi anche in Ucraina. Tra le sue pubblicazioni recenti “Il tesoro dei pirati” e “I nostri marò” nel 2013 e “Gli occhi della guerra” scritto nel 2007. Appassionato di foto.

Biloslavo

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , ,