Ritorna “Di domenica in domenica” a teatro

Stampa articolo Stampa articolo

Riprende a gennaio la rassegna teatrale per le famiglie DI DOMENICA IN DOMENICA giunta alla sua quattordicesima edizione a cura dell’Associazione MIRART diretta da Silvana Denaro in collaborazione con i comuni di Reggiolo, Brescello, Novellara, Guastalla e da quest’anno coinvolge anche il Comune di Campagnola. DI DOMENICA IN DOMENICA è un’iniziativa nata nella stagione teatrale 2000-2001 in alcuni comuni della bassa reggiana e che coinvolge da sempre un numero crescente di famiglie ed operatori culturali.

l'asino-racconta-al-lupo3

L’asino racconta il lupo

Domenica 11 gennaio 2015 ore 16.00 a Brescello (sala Gino Cervi) si presenta uno spettacolo nato per i bambini e consigliato agli adulti… L’ASINO RACCONTA AL LUPO della compagnia del TPC TANTI COSI PROGETTI di Danilo Conti e Antonella Piroli.

Diverse fonti, diversi racconti, alcuni narrati in soggettiva, altri attraverso una moltitudine di personaggi, di figure. Il lupo, il Gatto con gli stivali, il ploff, la strega sibilla e il gatto serafino, cecino e altri, sono storie di magia…

L’asino intrattiene il lupo, ne veste i panni, per necessità e per volere, vi si siede accanto per condividere la visione e un attimo dopo vi si ritrova di fronte al centro dell’azione. I racconti interpretati sono tratti dalla tradizione popolare, dalla letteratura contemporanea per l’infanzia, dalla biblioteca personale dell’asino…
…’devo ammettere che anche questa storia è attraente anzi, di più, assai avvincente soprattutto perchè mi riporta ad un evento che si perde nel passato dove una foresta intera di animali scambiò un semplice rumore in attentato! Te la narro… anzi la narro a tutti quelli che la vogliono seguire inizia nella calma delle selve dove una mela sparse il panico tra le belve…’…

l'asino-racconta-al-lupo2

L’asino racconta al lupo

Il lupo: la genesi. Quando si realizza un pupazzo, una figura l’idea di origine a volte risulta troppo distante dal risultato finale. È il caso di questo lupo che impone la sua personalità e suggerisce il movimento. Suo è il compito di introdurre uno spettacolo che vive di figure di carta, pupazzi, oggetti magici e…poesia.

Il gatto con gli stivali. Filastrocca in versi della classica fiaba nella versione di Roberto Piumini. La straordinaria capacità di un gatto, ereditato per “sfortuna”, di saper guidare il proprio padrone alla fortuna, all’amore, alla felicità. Particolare cura è’ stata destinata all’ambiente sonoro nel quale scorre la lettura dei versi.

Il Ploff è tratto da una leggenda dell’Himalaya. Tutti gli animali della foresta sono terrorizzati dall’arrivo di un mostro sanguinario e terrificante: il Ploff. Nessuno lo ha visto, ma tutti sono sicuri della sua ferocia. Tutto ha inizio con un piccolo coniglio sulla sponda di un grande lago, fino a raggiungere un grande gorilla che vive in cima ad un albero secolare…

La strega Sibilla e il gatto Serafino, ispirato al testo omonimo di Valerie Thomas, è la divertente storia della strega Sibilla, che viveva in una casa tutta nera con tappeti, letto e sedie neri, e un gatto nero, di nome Serafino. La strega non riesce a vederlo, nero su nero, quando chiude gli occhi, poi… decide allora di usare un po’ di magia e di colore sul povero gatto…

Cecino. La storia di Cecino è un classico della tradizione italiana della fiaba. Italo Calvino la contempla e ne riscrive una versione all’interno della sua raccolta Fiabe Italiane. Un esserino che sa farsi strada, che non si perde d’animo di fronte alle difficoltà, che riesce a volgere a suo favore situazioni all’apparenza troppo grandi per lui. Con astuzia, capacità di ingegnarsi, personalità coerente con la sua bontà e sincerità. E allora una strega, un lupo, dei ladroni, degli orchi, danno vita a situazioni che si rivelano prove, esperienze, che il protagonista saprà superare brillantemente.

Per info: www.didomenicaindomenica.com

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,