Torna il presepe dei Cappuccini

Stampa articolo Stampa articolo

È ritornato quest’anno nella chiesa dei padri Cappuccini, dopo oltre un lustro di interruzione, il presepe.

Per realizzarlo si sono messi all’opera il reggiano padre Cesare Folloni e una valida équipe di artisti e tecnici: certamente è una gradita sorpresa scendere nella cripta completamente restaurata e rinnovata, della chiesa e ammirare la ricostruzione della scena della Natività. Le statue sono opera della scultrice sassolese Nella Pini.
Il presepe rappresenta una tipica tradizione francescana: fu lo stesso San Francesco la notte di Natale del 1223 a realizzarlo per la prima volta a Greccio.
Anche nella chiesa reggiana di via Ferrari Bonini costituiva una bella tradizione  di cui ultimamente si sentiva la mancanza; era sempre meta di tanti visitatori di ogni età ed era famoso per le luci, i movimenti dei personaggi, i commenti e le didascalie e i forti messaggi che venivano lanciati.
Gli ultimi Cappuccini a realizzarlo furono padre Aldo Bergamaschi e padre Gianfranco Melioli.
Il presepe, realizzato sul tema “Ora si compie il disegno del Padre, fare di Cristo il cuore del mondo”, è stato inaugurato al termine della Santa Messa della Notte di Natale presieduta dl guardiano padre Remo Ferrari.

Sarà visitabile tutti i giorni fino al 2 febbraio, festa della “Candelora” con il seguente orario: 8.00-12.30, 15.00-19.00.

Presepe-Cappuccini

Visitatori

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,