Novena del Natale nella cripta del Duomo

Stampa articolo Stampa articolo

È stato il Vescovo ad inaugurare, alle 7 di lunedì 15 dicembre, la Novena del Natale nella cripta del Duomo. È il quinto anno che si ripete questo momento forte, in cui la cripta diventa fin dal mattino presto il cuore orante della Diocesi in preparazione al Natale del Signore.

Se tu squarciassi i cieli e scendessi!

Isaia 63,19

Lo schema celebrativo è quello ormai consolidato: l’apertura con il Regem venturum Dominum o Canto delle profezie, l’inizio della celebrazione eucaristica, i Salmi delle Lodi, le Letture del giorno (con le Antifone «O» al canto del Vangelo a partire dal 17 dicembre, prima feria di Avvento), breve omelia, invocazioni a cui si risponde di solito con “Vieni, Signore Gesù”, Liturgia eucaristica e, dopo la Comunione, il canto del Benedictus.

Nella presidenza, dopo il primo giorno con il Vescovo, si alternano don Alessandro Ravazzini e don Matteo Bondavalli, mentre per l’animazione del canto si avvicendano i seminaristi, il noviziato delle Carmelitane minori della Carità, le sorelle del Cenacolo Francescano e le Suore dell’Imitazione di Cristo, incaricate per l’adorazione eucaristica in Cattedrale, insieme ad altre persone consacrate.

Ogni mattina inizio alle 7 con il Canto delle Profezie.

Nell’area del sito “La Libertà Più” è possibile ascoltare l’omelia (audio) pronunciata dal vescovo Camisasca la mattina del 15 dicembre.

inizio-novena

novenacripta

 

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , , , , , ,