Riapre il Duomo di Guastalla, ma solo per due giorni….

Stampa articolo Stampa articolo

Visite guidate il 27 e 28 settembre per ammirare i restauri e  i decori ultimati. E due messe nel “cuore” del cantiere, una (10.30) col vescovo Camisasca.

Colpo di scena. Riapre il Duomo. A grande richiesta dei fedeli (e non solo). Riapre però solo per due giorni. Giusto il tempo per organizzare alcune visite guidate, celebrare due messe ed ammirare i lavori (splendidi) già eseguiti in metà navata. Il cantiere infatti non è chiuso.Si è chiusa la “prima fase” dei lavori iniziati nel gennaio 2012 ma molto resta ancora da fare,anche sul versante sicurezza,dopo le ferite procurate dal terremoto  (maggio 2012). Aveva detto in luglio a Prima Pagina Arrigo Bonfanti,presidente del Comitato di restauro della Concattedrale:” A settembre si potranno vedere i risultati di un lavoro straordinario”. E così sarà.

Lavori senza sosta

I lavori all’interno del Duomo proseguono,ogni giorno,senza soste,alla luce dei fari,sui ponteggi. Molte le opere già concluse nella cosiddetta “fase uno”.E cioè: gli impianti di riscaldamento,elettrici ed idraulici,il recupero dell’abside,il restauro della volta centrale. Aggiunge l’arch.Mauro Severi: “Abbiamo anche completato i lavori pittorici e  quelli relativi al consolidamento degli intonaci”. Precisa don Alberto Nicelli,parroco e vicario generale della diocesi: “Purtroppo i danni procurati dal terremoto hanno allungato i tempi, ci vuole pazienza”. Anche i costi si sono dilatati  a causa del sisma. Ma la raccolta fondi,a detta del presidente, “sta rispettando in pieno le aspettative rispetto alle promesse”. L’intero Comitato,tuttavia, confida in un impulso nel prossimo anno.I lavori di restauro dovrebbero concludersi nel 2015.

Il vescovo Camisasca

Il vescovo Massimo Camisasca ,cittadino onorario di Guastalla dal 4 marzo 2013,  segue con attenzione gli sviluppi della maxi operazione di restauro(costo complessivo oltre 2 milioni di euro). Ha già visitato il cantiere nei mesi scorsi. E domenica 28 settembre,alle 10.30, celebrerà la Santa Messa nel “cuore” del cantiere,tra ponteggi e impalcature varie. Nei prossimi giorni verrà preparato un altare alla bisogna.

Il Duomo sarà aperto sabato 27 alle ore 9;le prime visite guidate inizieranno alle 10 e termineranno alle 11.

Domenica 28 la prima messa sarà alle 8.30,la seconda (con il vescovo) alle 10.30.Nel pomeriggio riprenderanno le visite guidate per un paio di ore,dalle ore 15.La chiusura è fissata per le ore 18.00.Poi riprenderanno i lavori.

Enrico Pirondini

Si ringrazia Fausto Franzosi per le foto.

foto-4

I nuovi decori e fregi nella cantoria (Foto Franzosi)

foto-6

Volta del Duomo riportata all’antico splendore (Foto Franzosi)

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana