Domenica 14 settembre anche a Reggio è la “Giornata della cultura ebraica”, con “Donna sapiens” (sulla figura femminile nell’Ebraismo)

Stampa articolo Stampa articolo

Donna sapiens – La figura femminile nell’ebraismo” è il titolo della quindicesima Giornata europea della cultura Ebraica, in programma domenica 14 settembre in 30 Paesi europei e in 77 città italiane.

L’edizione di quest’anno pone l’attenzione su un argomento – la tematica “di genere” nel mondo ebraico e nella società circostante – di grande attualità, interrogandosi sul grado di autonomia della donna nella tradizione ebraica e indagando il suo ruolo di moglie, madre e membro della comunità.

Anche Reggio Emilia e Modena offriranno l’opportunità ai cittadini di incontrare e conoscere la cultura e la Comunità ebraica, contrastando vecchi e nuovi pregiudizi. Sarà una giornata in cui la Comunità ebraica “apre le porte” per favorire una conoscenza diretta della cultura e delle tradizioni ebraiche, e per parlare di una tradizione tanto antica quanto immersa nella modernità, di un ebraismo vivo e della sua apertura verso il mondo.

Una donna ebrea.

Una donna ebrea.

Il primo degli appuntamenti di domenica – promossi dalla Comunità Ebraica di Modena e Reggio Emilia e l’Unione Comunità Ebraiche Italianein collaborazione conIstoreco e con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia – è a Reggio Emilia alle ore 9.30 in via dell’Aquila con le visite guidate per le strade del ghetto a cura di Alessandra Fontanesi di Istoreco. L’insediamento del ghetto ebraico a Reggio Emilia risale circa alla seconda metà del XVII secolo, costruito per volere della duchessa Laura Martinozzi vedova del duca Alfonso d’Este, e occupa tre strade perpendicolari e una parallela alla via Emilia: le attuali via dell’Aquila, via Monzermone, via Caggiati, via della Volta e via San Rocco.

Segue alle ore 10.30 il saluto dell’assessore comunale a Sicurezza-Cultura della legalità-Città storica Natalia Maramotti e la conferenza all’interno della Sinagoga (via dell’Aquila) tenuta dal Rabbino Capo Beniamino Goldstein sul tema La figura femminile nell’ebraismo’.

Nel pomeriggio da non perdere l’opportunità di poter visitare dalle ore 15 alle 16 il Cimitero ebraico in via della Canalina con Antonio Zambonelli di Istoreco e la splendida Sinagoga, dalle 16.30 alle 17.30, con Alessandra Fontanesi (Istoreco).

Info:  Comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia tel. 059 223978

Per saperne di più:  www.ucei.it/giornatadellacultura  –   www.facebook.com/pages/Giornata-Della-Cultura-Ebraica/157028447700593  –   www.twitter.com/CulturaEbraica  –   www.youtube.com/user/Giornatadellacultur

Pubblicato in Archivio