L’arte campanaria tramandata ai giovani

Stampa articolo Stampa articolo

Si dice che i giovani siano piuttosto pigri se non peggio, e sicuramente ce ne saranno, ma non è il caso dei ragazzi dell’Unione Campanari Reggiani – di stanza a Bagno – che, nonostante l’età giovane o molto giovane, non hanno esitato ad affrontare con coraggio, entusiasmo e metodo la millenaria storia delle campane. Il campanaro Fra’ Martino non esiste più da quando i motori elettrici lo hanno sostituito negli anni ’70, e con lui sono scomparsi i magici suoni delle campane a distesa, le melodie delle leghe di bronzo, i profondi pascoliani don – don – don delle grandi campane da tonnellate di peso che nessun motore può azionare e che quindi restano tristemente mute.

Allora questi ragazzi, spinti talvolta dai loro padri, talvolta dal semplice passaparola e dalla voglia di scoprire qualcosa di nuovo nell’antico, hanno fatto una scelta: quella di diventare campanari, anzi mastri campanari: esperti non solo dell’oggetto in sé, della sua storia affascinante ma anche del suono, delle modalità di azionamento, della sincronia dei movimenti di mano, braccia, corpo.

Ed infine, pare strano a dirlo visto che, suonate a breve distanza, le campane si sentono eccome, dall’affinamento dell’orecchio per distinguere le minime vibrazioni che determinano se una campana è fatta bene oppure se è… stonata. Perché solo le campane costruite malamente sono stonate. Le altre, quelle di buona qualità, sono puro suono di bellezza.

Domenico Giannantonio

  • Foto scattate da Domenico Giannantonio domenica 7 settembre all’interno della cella campanaria del duomo di Reggio.

Dome-Giannantonio---Nella-cella-campanaria-del-Duomo-di-Reggio-ph.-6

Dome-Giannantonio---Nella-cella-campanaria-del-Duomo-di-Reggio-ph.-5                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             Dome-Giannantonio---Nella-cella-campanaria-del-Duomo-di-Reggio-ph.-3  Dome-Giannantonio---Nella-cella-campanaria-del-Duomo-di-Reggio-ph.-2

Dome-Giannantonio---Nella-cella-campanaria-del-Duomo-di-Reggio-ph.-1

Dome-Giannantonio---Nella-cella-campanaria-del-Duomo-di-Reggio-ph.-0

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana