Giareda 2014 – Premiati i vincitori del 35° Concorso di poesia dialettale

Stampa articolo Stampa articolo

Ha avuto luogo nel pomeriggio di venerdì 5 settembre, nella Sala rossa del Comune di Reggio Emilia, la premiazione della trentacinquesima edizione del concorso di poesia dialettale “La Giarèda”, promossa dalla Fabbriceria della Ghiara nell’ambito della Sagra della Giarèda.

La cerimonia è avvenuta alla presenza dell’assessora alla Sicurezza, cura della legalità e città storica, Natalia Maramotti.

La Commissione giudicatrice, composta da Giuliano Bagnoli, Antonio Casoli, Lorenzo Ferrari, Luigi Ferrari, Giustina Fossa, Alfredo Gianolio, Lucia Gramoli, Giuseppe Adriano Rossi, Francesco Giuseppe Sassi, ha esaminato i componimenti presentati da 33 autori.

Il presidente della giuria Giuseppe Adriano Rossi, dopo aver ricordato come il concorso di poesia dialettale “La Giarèda” sia a Reggio il più longevo e che nel corso delle 35 edizioni ha permesso a decine e decine di poetesse e poeti di esprimere in vernacolo la loro vis poetica, ha proclamato vincitori:

Primo Premio: trofeo “La Giarèda”assegnato alla poesia La vòus dla mé téra di Rosa Dalla Sald

Secondo Premio: medaglia d’oro assegnato alla poesia Al vòus ed l’avtûn di Arturo Borciani.

Terzo Premio: medaglia d’argento assegnato alla poesia Pisalètt di Annalisa Bertolotti.

La targa ‘Circoscrizione Città storica’ è stata assegnata alla poesia Tra un cànt e un bâl di Vittoria Speroni.

Tre premi sono stati messi a disposizione dalla Fabbriceria del Tempio della Ghiara per le più significative poesie che sottolineino gli aspetti religiosi della ricorrenza.
La Commissione ha decretato vincitrice del primo premio la poesia La Madunèina di Armanda Lusetti, secondo premio assegnato alla poesia Marchîn al mút di Savino Rabotti e terzo premio assegnato alla poesia A la Madunîna ad la Giāra di Angiolina Casoni.

Il premio per la poesia più brillante al componimento Pr’ un giòster d’insalêta di Maria Codeluppi.
Il premio all’autore più giovane a Diego Menozzi, con Al cane dal svein.
Il premio al miglior monologo a Mè è soun n’ à rèzdora di Ilde Rosati.

Giareda-2014---Concorso-poesia-dialettale---la-giuria

La giuria del Concorso dialettale

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura