“Route” nazionale Agesci: in Emilia-Romagna oltre 3mila Scout camminano in sicurezza grazie alla Forestale e alla Protezione Civile

Stampa articolo Stampa articolo

Sono oltre 3.000 gli scout di tutta Italia che dall’1 al 5 agosto percorreranno a piedi i sentieri dell’Emilia-Romagna, in occasione della Route nazionale “Strade di Coraggio”, che si concluderà a San Rossore (Pisa) dal 6 al 10 agosto.

Migliaia di ragazze e ragazzi tra i 16 e i 21 appartenenti all’Agesci, Associazione guide e scouts cattolici italiani, percorreranno pianure, guaderanno fiumi, scaleranno colline e montagne, pernotteranno presso eremi come Camaldoli o Ronzano e faranno vista a luoghi storici della seconda guerra mondiale teatro di eccidi come Marzabotto e Monte Sole. E ancora si rinfrancheranno sulle rive di laghi e al mare, toccheranno basi scout, antichi borghi, rifugi montani, passeranno per parchi naturali fino ad arrivare nei luoghi del terremoto 2012 e dell’alluvione 2014. In tutto sono 49 i percorsi che interesseranno il territorio emiliano-romagnolo, toccando tutte le province.

La Route in Emilia-Romagna avverrà in totale sicurezza grazie alla collaborazione del Corpo Forestale dello Stato e dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile.

I 49 sentieri della regione che saranno percorsi dagli scout sono stati infatti geo-localizzati su mappa e verranno monitorati dalle Centrali Operative Regionali del Corpo Forestale dello Stato (numero verde 1515) e della Protezione Civile Regionale, così da garantire lo svolgimento della Route in sicurezza. La localizzazione dei vari gruppi lungo il cammino permetterà al Corpo Forestale dello Stato, che è presente sul territorio regionale in maniera capillare con 81 Comandi Stazione, di intervenire rapidamente ed efficacemente in caso di necessità. I responsabili scout potranno essere contattati in ogni momento ai numeri di cellulare raccolti nelle schede operative che sono state predisposte per ognuno dei percorsi e che contengono in dettaglio tutti i particolari di ogni singola tappa.

Il personale delle Centrali Operative Regionali di Forestale e Protezione Civile sarà coadiuvato da un referente scout che lavorerà a fianco degli operatori istituzionali durante tutto il periodo.

Corpo Forestale dello Stato e Agesci sono legati da una convenzione nazionale che ha già dato, in Emilia-Romagna, importanti frutti come ad esempio i corsi per i responsabili scout in materia di prevenzione del rischio di incendio boschivo.

RouteAgesci2014-1A livello nazionale le Scolte e i Rover dell’Agesci, rispettivamente ragazze e ragazzi, che parteciperanno alla Route nazionale sono circa 30.000, provenienti da quasi 1.500 differenti gruppi locali. Ospiti dell’evento anche 200 giovani Rover e Scolte provenienti da Paesi europei, arabi, africani.

Nei giorni che andranno dall’1 al 6 agosto 2014, prenderanno vita 465 campi mobili in tutte le regioni d’Italia di cui 49 in Emilia-Romagna, dove gruppi di diverse regioni si incontreranno e scambieranno le proprie esperienze.

In particolare sono 158 i gruppi scout che saranno presenti nella nostra regione di cui 54 di provenienza emiliano-romagnola (1.188 tra ragazze, ragazzi e capi) che “ospiteranno” 104 gruppi provenienti da tutte le parti d’Italia (1.918 tra ragazze, ragazzi e capi). Ogni gruppo lascerà nel luogo più significativo del proprio percorso una targa commemorativa della Route nazionale 2014. Le targhe poste sui sentieri d’Italia dai vari gruppi scout verranno poi localizzate in una mappa consultabile online.

Queste comunità gemellate, provenienti da realtà differenti, si confronteranno e condivideranno le loro esperienze, partendo poi, zaino in spalla, alla volta di San Rossore: sei giorni di cammino per le strade d’Italia che li condurranno verso la “città delle tende” nel parco regionale di San Rossore.

Il tema che accompagna questo viaggio è il Coraggio. L’Associazione scommette sul tema del Coraggio perché vuole che i giovani si rendano conto che è il momento di diventare i protagonisti del cambiamento, costruttori del futuro.

Ed è per questo, che al termine del viaggio, verrà scritta la Carta del Coraggio, documento che sintetizzerà l’impegno dei ragazzi di mettersi concretamente al servizio del nostro Paese per renderlo un Paese migliore, anche a fianco di Istituzioni come il Corpo Forestale dello Stato da sempre impegnato nella difesa e nella salvaguardia dell’ambiente.

Le iniziative sono state presentate questa mattina in conferenza stampa presso le Centrali Operative Regionali del Corpo Forestale dello Stato e della Protezione Civile Regionale a Bologna in viale Silvani 6, da:
Giuseppe Giove, Comandante Regionale del Corpo Forestale dello Stato;
Aldo Terzi, Vicecomandante Regionale del Corpo Forestale dello Stato;
Maurizio Mainetti, Direttore Agenzia Regionale di Protezione Civile;
Betty Tanzariello e Andrea Provini, responsabili regionali Agesci Emilia-Romagna.

I materiali distribuiti in conferenza stampa sono disponibili su: http://www.emiroagesci.it/10863/agesci-forestale-e-protezione-civile/

Disponibili su http://www.routenazionale.it/stampa/ il Press kit con le informazioni essenziali sulla Route nazionale, alcuni approfondimenti e i contatti dell’ufficio stampa Agesci, i comunicati stampa dell’Agesci, la rassegna stampa, una gallery con immagini delle attività di preparazione all’evento e l’accredito giornalisti per entrare al campo di San Rossore (Pisa) dal 7 al 10 agosto.

www.routenazionale.it
www.emiroagesci.it

Pubblicato in Articoli, Associazioni