Altre novità on-line

Stampa articolo Stampa articolo

Desidero condividere con i lettori alcune valutazioni sulle attività che si sono sviluppate intorno alla redazione del nostro giornale nel corso dell’anno pastorale che si è da poco concluso. Un provvisorio bilancio, lungi da toni autocelebrativi.
Anzitutto, a partire dal marchio La Libertà – che nel vasto territorio reggiano-guastallese (con le sue propaggini missionarie) rappresenta insieme la tradizione di 62 anni di storia e l’innovazione tecnologica in fatto di informazione ecclesiale – abbiamo costruito un TeleSettimanale che giovedì 26 giugno ha visto andare in onda (su èTv-Teletricolore, canale 10, ore 21) la dodicesima puntata: la penultima, prima della sospensione estiva, ma il proposito è di tornare in autunno con una nuova stagione del “Ts” e di far crescere ulteriormente l’esperienza televisiva, che confluisce poi nel canale YouTube La Libertà Tv.
Si sa, però, che le news oggi viaggiano veloci e in primo luogo sulla Rete. Più volte è capitato in quest’anno che fatti e comunicati di rilevanza diocesana siano stati trasmessi agli altri media così come a navigatori, amici e follower attraverso i nostri account di Facebook e Twitter, oppure grazie agli aggiornamenti in tempo reale curati dalla redazione, sul sito della Diocesi e sempre più sul sito web www.laliberta.info, cioè La Libertà on-line.

Le ultime novità sono proprio “collegate”, è il caso di dirlo, al portale dell’informazione diocesana, che abbiamo appena rinnovato in modo che possa offrire sempre più servizi agli utenti che vi si registrano (sono sufficienti un indirizzo e-mail e una password).

Da www.laliberta.info anzitutto è possibile leggere ogni giorno notizie o articoli diversi rispetto a quelli pubblicati sul giornale: è di fatto il quotidiano diocesano, che poi rimanda al periodico per approfondimenti, documenti e altre “specialità” della carta stampata.
Inoltre da www.laliberta.info si accede alla nostra edizione digitale, cioè si può sfogliare La Libertà su computer o su dispositivo mobile – tramite La Libertà App – dalle 8 del giovedì mattina, con pagine tutte a colori e arricchite di contenuti extra, come fotogallery e videointerviste. Per i nostri abbonati all’edizione cartacea ci sono 60 giorni di consultazione gratuita. Chiunque, dopo la prova, vorrà poi continuare a fruire dell’edizione digitale troverà direttamente on-line, nella sezione “edicola” del sito, le condizioni per abbonarsi (alla sola versione digitale oppure al pacchetto “full”, cioè al giornale sia cartaceo che digitale).
Sempre nella sezione “edicola”, chi vuole leggere in anteprima la nuova edizione de La Libertà trova l’intero giornale in formato pdf disponibile per l’acquisto on-line già dal mercoledì.

C’è un ultimo servizio che annunciamo oggi e che merita di essere conosciuto fra parrocchie, movimenti, associazioni e centri culturali. Tramite La Libertà on-line sarà presto possibile ordinare le stampe delle immagini di eventi diocesani – curate da Giuseppe Maria Codazzi – in tre formati diversi. Il menù “foto” del sito, infatti, consentirà di scorrere gli scatti disponibili, di selezionarli comodamente con un clic e di versare il corrispettivo in tutta sicurezza attraverso la piattaforma di e-commerce del sito. Le stampe potranno essere ritirate in Seminario, senza spese aggiuntive, oppure spedite all’indirizzo indicato all’atto dell’acquisto.
Naturalmente non abbiamo alcuna intenzione di abbandonare La Libertà tradizionale, anzi cercheremo di migliorarla. Ogni strumento ha le sue caratteristiche e il suo pubblico di riferimento: far coesistere in un unico network carta, web e tv è l’impegno su cui stiamo investendo.

Edoardo Tincani

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana