Pellegrinaggio al Santuario di Oropa

Stampa articolo Stampa articolo

Il convento dei Padri Cappuccini di Reggio Emilia organizza per domenica 13 luglio un pellegrinaggio al Santuario mariano di Oropa (Biella), il più grande delle Alpi. Secondo la tradizione l’origine del Santuario è da collocarsi nel IV secolo, ad opera di Sant’ Eusebio, primo vescovo di Vercelli.

Il Santuario, collocato in uno scenario unico a 1200 metri di altezza, subì diverse trasformazioni nel tempo, fino a raggiungere le monumentali dimensioni odierne; il maestoso complesso è frutto dei disegni dei più grandi architetti sabaudi: Arduzzi, Gallo, Beltramo, Juvarra, Guarini, Galletti, Bonora. Dal primitivo Sacello all’imponente Basilica Superiore, consacrata nel 1960, lo sviluppo edilizio ed architettonico è stato grandioso.

La partenza per Oropa è fissata domenica 13 luglio alle ore 6.00 da Scandiano (stazione ferroviaria) e alle 6.30 da Reggio (piazza Vallisneri). Ad Oropa il programma prevede la visita alla Basilica Antica, cuore spirituale del Santuario, dove è conservata la statua della Madonna Nera realizzata in legno di cirmolo da uno scultore valdostano nel XIII secolo. Nel santuario padre Lorenzo Volpe presiederà la celebrazione eucaristica.

Di particolare interesse storico-artistico ad Oropa sono la scala regia, la basilica superiore, la collezione dei presepi, l’appartamento reale, il Sacro Monte e le Gallerie degli ex-voto

Per informazioni e adesioni occorre rivolgersi a padre Lorenzo Volpe, tel. 0522/433201, cell. 3337107979 entro venerdì 4 luglio.

 

 

 

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana