Azione Nonviolenta festeggia 50 anni

Stampa articolo Stampa articolo

La rivista Azione Nonviolenta festeggia a Modena i suoi  50 anni: 4 giorni di incontri, confronti, laboratori, cultura e musica, all’insegna della cultura non violenta, dell’educazione, alla ricerca delle prospettive.

Dalle campagne per la difesa civile non armata e non violenta  alla figura di Aldo  Capitini, molti i temi che toccano l’attualità.

La festa  si svolge in città, al parco XXI Aprile, grazie alla presenza, dagli anni ’90, di un gruppo  di persone che ha dato vita alla Casa per la Pace, luogo di  formazione sulle tematiche legate a non violenza, pace, disarmo, a partire dalla convivenza sul territorio. La festa si svolge in un parco  che già  ha ospitato  buone pratiche di conoscenza e convivenza, in una collaborazione tra volontariato, parrocchia, Circocrizione ed associazioni.

Tanti gli ospiti attesi, a partire da Goffredo Fofi, che fu stretto collaboratore di Aldo Capitini, e che giovedì 19 giugno alle 17.30 inaugurerà la Festa con il direttore Mao Valpiana ed il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli.

La festa sarà aperta tutti i giorni, dal pomeriggio, nei focus in libreria con ospiti nazionali e internazionali, come l’antropologa Pat Patfoort (venerdì 20) punto di riferimento della nonviolenza europea, che dialogheranno con il pubblico sui temi della difesa, del disarmo e del Servizio civile, della convivenza e dei conflitti, dell’eredità culturale di Aldo Capitini e della memoria e dell’educazione alla nonviolenza. Venerdì 20, alle 21.30 ci sarà anche una tavola rotonda sul tema Informazione e comunicazione di pace con i direttori delle più importanti riviste del settore (da “La nuova ecologia” a “Nigrizia”) e sarà presentato il numero speciale per i 50 anni di “Azione nonviolenta”.

In programma, inoltre, il lancio della “Campagna per il disarmo e la difesa civile non armata e nonviolenta” (giovedì 19), un confronto tra le Scuole di Pace dell’Emilia Romagna (domenica 22), ma anche tante attività artistiche e culturali: dallo yoga al teatro dell’oppresso, dalla costruzione del mandala di pace alla narrazione collettiva, dai concerti alle danze dal mondo.

Festa An programma Web

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura