Il “Pinguino senza frac”, il nuovo libro di Silvio D’Arzo alla Biblioteca delle Arti

Stampa articolo Stampa articolo

                                                                            

Dopo essere stato proposto in anteprima al Salone del libro di Torino dall’8 al 12 maggio, il “Pinguino senza frac” di Silvio D’Arzo, magistralmente illustrato da Elisa Pellacani, verrà presentato per la prima volta al pubblico di appassionati ed estimatori reggiani il prossimo 21 maggio, alle ore 18.

L’evento culturale avrà luogo alla Biblioteca delle Arti dei Musei Civici (Piazza della Vittoria, 5) e prevede la presenza dei critici Giulio Iacoli (Università di Parma) e Livio Sossi (Università di Udine) che dialogheranno con Elisa Pellacani. L’evento rientra nel programma “Reggiani, per esempio” del Comune di Reggio Emilia ed è inserito nel progetto nazionale “il maggio dei libri” di MiBAC.

cover-Pinguino

La copertina del libro

Dell’opera darziana Luciano Serra (il compianto compagno di studi e studioso di D’Arzo al quale la stessa è stata dedicata) ha scritto che “realizza momenti di invenzione magicamente letteraria lungo il crinale suggestivo della fantasia” e il critico Livio Sossi ne ha recentemente evidenziato la “grande lezione di stile”. Questi commenti si collegano all’affermazione del critico Giuseppe Pontremoli, esposta durante lo storico convegno di studi tenutosi alla Biblioteca Panizzi nel 1982, che qualificò il “Pinguino senza frac” come “il più bel libro per ragazzi dopo Pinocchio”.

La presentazione del racconto “per ragazzi” di Silvio D’Arzo assume particolare interesse anche perché anticipa di poche settimane l’uscita di una nuova edizione, con le stesse illustrazioni di Elisa Pellacani ma con testo tradotto per la prima volta in lingua catalana, che verrà presentata in ottobre a Barcellona con il patrocinio del locale Istituto Italiano di Cultura. L’opera darziana diverrà, ad opera della rappresentanza del nostro Ministero degli esteri, efficace testimonial della più qualificata espressione della cultura italiana (in questo caso reggiana) all’estero.

L’iniziativa del 21 maggio costituisce una tappa significativa del cammino di divulgazione e approfondimento della poetica darziana avviato tre anni or sono dall’Associazione “Per D’Arzo”, nata su sollecitazione di Luciano Serra e di un gruppo di volonterosi cultori di storia e cultura di casa nostra.

 

invito 21 maggio 2014 presentazione libro

 

 

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura