Concerto Soli Deo Gloria, organi suoni e voci della città

Stampa articolo Stampa articolo

Il concerto di Soli Deo Gloria è venerdì 21 aprile alle ore 21,00 presso la chiesa di Santa Eulalia, piazza IV novembre,a Sant’Ilario.

Ad esibirsi sarà Vittorio Prandini all’organo con il Coro  et Laboro diretto dal direttore Rossana Rossi

Il programma dello spettacolo prevede l’ esecuzione di alcuni brani:

Anonimo del XVI sec.
Tourdion

A. Banchieri (1568 – 1634)
Intermedio di Solfanari
Intermedio III di Spazzacamini

Girolamo Frescobaldi (1583-1643)
Toccata quinta sopra i pedali dell’organo, e senza dal “Secondo libro di toccate”
Capriccio sopra la Bassa Fiamenga

Michelangelo Rossi (1601-1656)
Toccata sesta

Domenico Zipoli (1688-1726)
Postcommunio, Offertorio, Pastorale

W. A. Mozart (1756-1791)
Dona nobis Pacem
Ave verum

A. de Marzi (1935)
Signore delle cime

Tarquinio Merula (1595-1665)
Capriccio

Domenico Cimarosa (1749-1801)
Sonata in re maggiore

F. de Andrè (1940-1999)
Spiritual

King-Celentano (B. E King, 1938)
Pregherò

 

Interpreti:

Vittorio Prandini è nato a Bologna nel 1987.

Vittorio Prandini, organista

Vittorio Prandini, organista

Ha studiato flauto traverso fino al sesto anno con Grazia Bovio al Conservatorio “A. Boito” di Parma, dove ha inoltre iniziato lo studio dell’organo con Claudia Termini, proseguendo in seguito gli studi presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna nella classe di Maria Grazia Filippi.

Attualmente frequenta il primo anno della laurea triennale in organo presso il Conservatorio di Bologna nella classe di Marco Arlotti.
Ha partecipato a masterclass e seminari tenuti da Ton Koopman, Ulrike Wegele- Kefer, Claudia Termini, Luigi Ferdinando Tagliavini, Eric Lebrun, Klemens  Schnorr, Emilia Fadini, Giovanni Acciai, Stefano Rocco, Silvia Moroni, Mario Caroli, Davide Formisano, Mario Folena

 

 Il “Coro et Laboro” nasce nel 1998 a Castelnovo di Sotto (RE).

Coro-et-Laboro-foto-uffIl nome è una sorta di “latino maccheronico” formato da due parole in rima che riassumono il nostro essere e il nostro voler essere: siamo persone che cantano insieme (Coro) e siamo un insieme di persone che collaborano nel coro e nella vita affinché questa  abbia un senso (Laboro).
Il repertorio del coro comprende canti popolari, spirituals afro-americani, brani di polifonia classica e canti natalizi, ma soprattutto è costituito da popular music corale, cioè canzoni (dagli anni ’40 ai tempi nostri) armonizzate per coro a cappella.
Molte delle armonizzazioni sono a cura della Prof.ssa Rossana Rossi che dal 1998 dirige la corale.
La corale ha partecipato a numerose esibizioni in diverse località italiane (Reggio Emilia, Modena, Parma, Bergamo, Trento, Ascoli Piceno, Marina di Carrara, Padova, Vicenza).
In occasione delle Feste Natalizie esegue concerti, anche all’aperto, per le vie e nelle piazze, contribuendo a realizzare per gli spettatori un clima veramente suggestivo.
Dal 2001 il Coro et Laboro ha dato vita a due manifestazioni corali offrendo nuove occasioni d’incontro per tutti gli appassionati del canto corale: la Rassegna Corale Castelnovese Primaverile e il Concerto Natalizio.
Importante è anche l’impegno nel sociale e la solidarietà verso comunità in difficoltà che si concretizza con donazioni e concerti gratuiti di beneficenza; fra le tante iniziative ricordiamo quelle a favore delle popolazioni colpite dal terremoto: il concerto del 2011 per le popolazioni di Castelnovo-San Pio delle Camere (L’Aquila) e la rassegna itinerante “Di coro in coro – Cantiamo per l’Emilia” per raccogliere fondi a favore della Corale Savani di Carpi che si è svolta tra l’ottobre 2012 e il marzo 2013.

Sito ufficiale della corale: www.coroetlaboro.net

Si ringraziano Don Fernando Borciani, Monsignor Giancarlo Ruffini e il Maestro Carlo Perucchetti per la disponibilità e la preziosa collaborazione

Renato Negri

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento