Reggio Emilia: “Christifideles laici”, ecco il nuovo organismo con poteri consultivi

Stampa articolo Stampa articolo

– da “La Libertà” n. 8, dell’1 marzo 2014 –

Per iniziativa del Gruppo di studio “Christifideles laici” (Cfl), nel suo quindicesimo anno di attività, è stato insediato – il 18 febbraio, presso il Centro Giovanni XXIII di Reggio Emilia – un nuovo organismo con poteri consultivi. Espressione libera e volontaria della comunità di fede diocesana, questo coordinamento, composto da una quarantina di membri accuratamente scelti, avrà il compito di suggerire, studiare e perfezionare proposte di iniziative culturali non elitarie, ma di pubblico interesse per la città e la Chiesa locale.
[dropcap font=”arial” fontsize=”36″]L[/dropcap]a variegata composizione del Gruppo – formato da dirigenti di associazioni ed enti vari, docenti di scuola media e università, medici, tecnici, imprenditori, economisti, amministratori, giuristi, diaconi, operatori sociali – è stata suggerita dalla precisa volontà di leggere e decifrare i grandi problemi della contemporaneità con il supporto di competenze interdisciplinari e interprofessionali.
La sponda esecutiva sarà garantita dal Direttivo Cfl, composto da una dozzina di membri. La seduta del 18 febbraio è stata interamente dedicata alle motivazioni ideali dell’intero progetto e alla raccolta di dati necessari al funzionamento organizzativo.

La delegazione ortodossa e i rappresentanti di Europe Direct

La delegazione ortodossa e i rappresentanti di Europe Direct

Il Gruppo si riunirà, una seconda volta, al completo, nel prossimo mese di maggio.

Il pomeriggio stesso è risultato poi ancor più significativo, in quanto preceduto, di pochi minuti, da un incontro tra una rappresentanza dei Cfl e una delegazione di religiosi e operatori sociali bulgari e romeni in visita in Emilia nell’ambito del progetto “Development through social inclusion” coordinato dalla Regional Development Foundation di Vidin (Bulgaria) e cofinanziato dal Fondo sociale europeo.

Il professor Sandro Spreafico disserta con la delegazione ortodossa

Il professor Sandro Spreafico disserta con la delegazione ortodossa

La delegazione, guidata dalla dottoressa Carla Cavallini, responsabile del Centro di informazione dell’Unione Europea “Europe Direct – Emilia”, era costituita dal rettore del Seminario Ortodosso e dell’Accademia Teologica di Plovdiv (Bulgaria), padre Dobromir Kostov, dal professor Andian Aleksandrov della Facoltà di Teologia dell’Università di Sofia e da alcuni rappresentanti della Facoltà di Teologia dell’Università di Craiova (Romania) e dell’Associazione Vasiliada, corrispondente alla Caritas, della Chiesa ortodossa romena. Il breve, ma intenso incontro ha così assunto un significato speciale, quasi ad indicare il respiro e la prospettiva europei che dovranno caratterizzare il cammino del nuovo Gruppo Cfl.

Sandro Spreafico

Pubblicato in Articoli

Lascia un commento