La comunità di Tagliata di Guastalla è di nuovo nella sua chiesa

Stampa articolo Stampa articolo

– da “La Libertà” n. 5, dell’8 febbraio 2014 –

Domenica 2 febbraio, festa della Presentazione del Signore, abbiamo finalmente potuto riaprire la nostra chiesa parrocchiale dedicata alla Beata Vergine della Neve, restituita al culto dopo le opere di restauro e messa in sicurezza; è una grande gioia, per la nostra piccola comunità di Tagliata di Guastalla, che è stata segnata, come tante altre, dalle ferite del terremoto del maggio 2012.
In processione con le candele benedette, guidati dal vescovo Massimo, insieme al nostro parroco don Alberto Nicelli, dalla sala parrocchiale – che per 21 mesi ha ospitato la liturgia domenicale – ci siamo diretti alla chiesa.

Il Vescovo Massimo Camisasca 'riapre' la porta della chiesa parrocchiale di Tagliata di Guastalla

Il Vescovo Massimo Camisasca ‘riapre’ la porta della chiesa parrocchiale di Tagliata di Guastalla. A fianco e sotto: altre tre foti dei diversi momenti della festosa celebrazione.

[dropcap font=”arial” fontsize=”36″]R[/dropcap]ientrare nel tempio rinnovato è stata per tutti una grande emozione; il coro parrocchiale, “rinforzato” dalle energie dell’unità pastorale (con la parrocchia Duomo e la parrocchia della Madonna della Porta – ndr) ha animato la celebrazione; la preghiera è stata profonda e partecipata da tutti i fedeli presenti.
Ringraziamo il Signore per questo dono, segno del suo amore! Un pensiero dal cuore va al caro don Luigi Brioni, che per problemi di salute non ha potuto essere con noi, ma per il quale abbiamo pregato affinché presto possa tornare al servizio delle nostre comunità.

[dropcap font=”arial” fontsize=”36″]Q[/dropcap]uesti 21 mesi di “precarietà” ci hanno fatto molto riflettere.
Come comunità abbiamo imparato a non considerare sufficiente avere un tempio materiale: ciò che conta veramente è mettersi per strada, al servizio, alla maniera di Cristo.
In questo spirito, un grazie particolare va a tutti coloro che in questi mesi, con la loro presenza e il mettere a disposizione tempo ed energie, ci hanno permesso di vivere la liturgia domenicale e si sono prestati per far sì che potessimo essere riaccolti nella nostra bella chiesa “tirata a lucido”. La preghiera della liturgia di domenica ben si addiceva a questo momento di gioia: “O Dio, creatore e datore di verità e di luce, guarda noi tuoi fedeli riuniti nel tuo tempio e illuminati dalla luce di questi ceri e infondi nel nostro spirito lo splendore della tua santità”.

                                                                                                                                   Laura Truzzi

[divide style=”3″]

[divide style=”3″]

Altre foto:

monsignorCamisasca-a-Tagliata-di-Guastalla-per-la-riapertura-della-chiesa-parrocchiale-01 monsignorCamisasca-a-Tagliata-di-Guastalla-per-la-riapertura-della-chiesa-parrocchiale-02

monsignorCamisasca-a-Tagliata-di-Guastalla-per-la-riapertura-della-chiesa-parrocchiale-03

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento