CAMPAGNA ABBONAMENTI 2014 – Mons. Camisasca scrive agli abbonati sostenendola in prima persona

Stampa articolo Stampa articolo

Mons. Camisasca scrive agli abbonati – Decolla la Campagna Abbonamenti 2014 a “La Libertà”, sostenuta in prima persona dal Vescovo!

“Connettiti alla Diocesi”: con una nuova grafica pubblicitaria inizia la campagna abbonamenti al settimanale diocesano.

Tante novità, come sempre, per chi sceglie di abbonarsi al giornale della Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla.
La prima la si trova nel cellophane del numero 41 (che esce datato 23 novembre 2013), insieme al consueto bollettino di conto corrente postale.
È la lettera manoscritta che nell’approssimarsi del Santo Natale il Vescovo ha indirizzato al popolo che gli è affidato per sostenere la diffusione del giornale diocesano: “Posso entrare nella tua casa con un suggerimento? In occasione del S. Natale regalati o regala un abbonamento a La Libertà”, scrive monsignor Massimo Camisasca.
Lo ringraziamo per questo segno personale di vicinanza e di fiducia! Confidiamo che in molti, anche e proprio tra i nostri abbonati, raccolgano il suo invito ad allargare la famiglia dei lettori de La Libertà.
E coi “regali” non è finita qui, perché il Vescovo ha voluto rendere tangibile il suo interessamento per gli abbonati anche donandoci dei libri di cui La Libertà, a sua volta, farà omaggio ai suoi sostenitori, ovvero a coloro che sottoscrivono la quota di 60 euro per il 2014.

QUOTE INVITANTI
[dropcap font=”arial” fontsize=”36″]V[/dropcap]ediamo ora in dettaglio la campagna abbonamenti per il nuovo anno. La quota dell’abbonamento ordinario (45 edizioni in un anno solare) passa da 40 a 42 euro, con un aumento che abbiamo contenuto al minimo per cercare di non perdere nessuno dei nostri abbonati per motivi legati alla crisi economica. Va in questa direzione anche il ‘premio puntualità’: chi rinnoverà l’abbonamento entro il 31 gennaio 2014 potrà versare per l’ultima volta il vecchio prezzo di 40 euro, mantenendolo così bloccato per il quarto anno consecutivo!

Supermercato08

Per chi si abbona per la prima volta a La Libertà, o regala un nuovo abbonamento per Natale – seguendo il consiglio del Vescovo – il canone annuo è fissato in 32 euro, da intendersi limitatamente al 1° anno di abbonamento (l’eventuale rinnovo futuro avverrà cioè al prezzo base).

Poi ci sono gli abbonati sostenitori. Abbiamo bisogno di sostenitori, perché il settore della stampa cattolica è veramente cagionevole di salute, per una serie di ragioni che ci siamo sempre impegnati a condividere coi lettori: rincaro del servizio postale, crollo vertiginoso dei contributi statali, difficoltà a intercettare inserzioni pubblicitarie.
Da oggi agli abbonati sostenitori – rispetto agli anni passati – chiediamo qualcosa in più, 60 euro, ma ci impegniamo anche a dare qualcosa in più.
Il primo pensiero è un libro donato dal Vescovo, come dicevamo prima; libro che è già ritirabile presso la portineria del Seminario, all’atto del versamento o esibendo la ricevuta di pagamento; al momento, e fino a esaurimento, viene regalato un testo di don Piero Re sulla Messa, intitolato “Fate questo in memoria di Me”.

Per agevolare la consegna del dono agli abbonati residenti fuori dal territorio di Reggio Emilia, chiediamo ai sostenitori “extra-comunali” che nelle prossime settimane non abbiano occasione di passare dal Seminario di comunicarci l’avvenuto versamento dei 60 euro per posta elettronica (indirizzo e-mail redazione@laliberta.info) o tradizionale (indirizzo postale: Redazione La Libertà – viale Timavo 93 – 42121 Reggio Emilia) e provvederemo a spedire il libro a nostre spese.

Troveremo inoltre altri segni, in avvenire, per manifestare ai sostenitori la nostra gratitudine. Modi e opportunità sono già allo studio!

Infine rimane la possibilità di pagare quote ridotte per gli abbonamenti cumulativi, con un minimo di 10 nominativi per gruppo: il totale a forfait dovrà essere concordato con l’amministrazione del settimanale.

NOVITÀ DIGITALI
[dropcap font=”arial” fontsize=”36″]A[/dropcap]ltre novità significative riguardano il campo dell’integrazione, sempre più spinta, tra carta stampata e internet.
Il sito www.laliberta.info, rinnovato in occasione del 60° del giornale, permette da tempo agli abbonati di consultare e scaricare il giornale in formato pdf a partire dal venerdì pomeriggio. Il servizio è gratuito e riservato agli abbonati all’edizione cartacea: per attivarlo è sufficiente fare richiesta via mail (redazione@laliberta.info) – dei codici di accesso. Attualmente sono 238 (su circa 4.400) gli abbonati che fruiscono di questo servizio.
Si tratta di un’utilità non da poco per tutti coloro che a volte il venerdì non vedono passare il postino con la loro copia de La Libertà, con il rischio di dover aspettare il lunedì e di perdere le notizie più fresche del nostro periodico.

iPhone99

La frontiera de ‘La Libertà 2.0’, tuttavia, è già andata oltre: i frequentatori dei social network possono già ricevere aggiornamenti giornalieri sui nostri account Facebook e Twitter.

Ancora, stiamo progettando per il prossimo anno un’applicazione che permetta di sottoscrivere l’abbonamento solo digitale consultabile su smartphone o tablet: si tratterà di qualcosa di più ricco del settimanale cartaceo, con le pagine sfogliabili in modo rapido e alcuni contenuti fotografici e audiovisivi extra.
Liberando il giornale dal supporto della carta, il prezzo della nuova “App” potrà essere offerto a un prezzo vantaggioso: quando saremo pronti, ci faremo sentire.

La Libertà fonde così tradizione e innovazione in un’unica testata, per un’informazione sempre più “social” che soddisfi le esigenze del pubblico giovane e renda alla Diocesi un servizio ancora più tempestivo, completo e capillare.

[dropcap font=”arial” fontsize=”36″]A[/dropcap]gli abbonati vecchi e nuovi chiediamo infine la cortesia di un versamento puntuale del canone di abbonamento: le modalità di pagamento per garantirsi un 2014 “connesso” con la Chiesa reggiano-guastallese sono riportate nel riquadro a fianco.
Grazie a chi continuerà a seguirci e a sostenerci.
Benvenuto a chi, grazie al dono di un amico o di un’amica, entrerà nella famiglia dei lettori con le prossime feste natalizie.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura, Vita diocesana Taggato con: , , , , , , , , , , ,